Cabtutela.it

E’ stato il capo dello Stato Sergio Mattarella a consegnare la medaglia d’oro al merito della sanità pubblica ai famigliari di Paola Labriola, la psichiatra barese uccisa 3 anni fa da un paziente nel Centro di salute mentale di via Tenente Casale, nel rione Libertà. Si tratta di un riconoscimento che viene attribuito dalla presidenza della Repubblica su proposta del ministro della Salute a persone che hanno reso un servizio nel settore della sanità pubblica.\r\n\r\n“È un riconoscimento alla dedizione e al grande spirito di sacrificio di Paola Labriola – commenta Filippo Anelli, presidente dell’Ordine dei medici di Bari – al suo essere votata alla cura del paziente e ai valori della professione. In un’epoca di iperspecializzazione e di burocratizzazione del nostro lavoro, il dramma di Paola ci ricorda che l’essere medico non può prescindere da una profonda dimensione umana e dal generoso incontro con l’altro”. Negli ultimi 3 anni l’Ordine dei medici di Bari ha voluto ricordare la collega in diverse manifestazioni pubbliche, tra cui l’annuale concerto in memoria di Paola Labriola. Alla sua memoria, come martire della professione medica, l’Ordine ha inoltre conferito il “Premio per la buona medicina 2013” e le ha intitolato una delle aule della sede di via Capruzzi. L’Ordine ha infine proposto che il nuovo ponte dell’asse Nord-Sud di Bari fosse dedicato a Paola Labriola in omaggio allo spirito di sacrificio, alla dedizione, alla passione con cui si svolge il proprio lavoro.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui