Non manca di suscitare polemiche la notizia di una fusione tra Aeroporti di Puglia, la società che gestisce il traffico aeroportuale sul territorio, e la Gesac, che controlla lo scalo di Napoli. A sollevare problematiche sull’operazione sono i consiglieri comunali di centrodestra Giuseppe Carrieri e Michele Picaro.\r\n\r\nIn una nota i due politici hanno richiesto al sindaco Decaro quale sarà il piano di sviluppo delle infrastrutture aeroportuali in seguito alla fusione tra le due società. “Premesso che il Comune di Bari – hanno spiegato – detiene una quota di partecipazione in Aeroporti di Puglia, considerato che l’aeroporto è ubicato nel comune di Bari, inequivocabilmente lo sviluppo del territorio barese deve essere accompagnato da politiche infrastrutturali”. Per i due consiglieri quindi serve un piano industriale preciso che delinei al meglio il futuro di Aeroporti di Puglia e di tutto il comparto che vi ruota attorno in questo periodo di grosse trasformazioni.\r\n\r\n 

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here