Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

Sarà l’autopsia a chiarire le cause della morte di Raffaele Dimattia, il ragazzo trovato senza vita nel letto del torrente Gravina, nella Murgia barese. Il 29enne era scomparso lunedì 24 ottobre, la sua famiglia aveva immediatamente denunciato il suo allontanamento. Il giorno dopo qualcuno segnalò di averlo visto camminare proprio sul ponte della gravina. Ieri pomeriggio la tragica scoperta: due ragazzi, mentre passeggiavano sul ponte, hanno notato un corpo riverso e hanno lanciato l’allarme. Con un elicottero i vigili del fuoco sono riusciti a recuperare il cadavere che è stato subito riconosciuto. Il pm della Procura di Bari, Manfredi Dini Ciacci però vuole capire cosa abbia provocato la sua morte, se si è trattato di un suicidio, di un malore improvviso che lo ha fatto precipitare o se qualcuno lo ha spinto. Per questo motivo è stata disposta l’autopsia.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui