Cabtutela.it
acipocket.it

Ogni giovedì e domenica. Dalla mattina alle 10, fino alle 13. Poi nel pomeriggio fino alle 17. Ecco gli orari del mercato abusivo di abbigliamento (recuperato dai cassoni pubblici), animato da gruppi di rom, che giungono con la mercanzia su carrelli da supermercato a piazza Umberto. L’esposizione? Avviene appoggiando i vestiti – cappotti invernali ma anche scarpine per bimbi – sui cespugli dei viali.\r\n\r\nLe contrattazioni sono rapide. Due o tre euro a capo e l’affare e fatto. Gli acquirenti sono italiani ma soprattutto georgiani, che il giovedì hanno la giornata libera dai lavori di assistenza agli anziani italiani. I residenti di piazza Umberto denunciano l’illegalità e la sporcizia che rimane nei viali dopo la fine delle contrattazioni. Ad ogni apertura del mercatino c’è un residente che avvisa i vigili, chiedendo un pronto intervento. Così due volte alla settimana, a pochi passi dalle vie dello shopping, ma soprattutto a duecento metri dal presidio dei militari nella piazza. “Ripristinare il decoro di una piazza storica di Bari – dice un residente nei pressi dell’edicola di via Crisanzio – dovrebbe essere una priorità dell’amministrazione comunale e delle forze dell’ordine. Anche il sindaco Decaro può leggere ogni giorno le cronache dei mercatini sulla sua bacheca. Che aspetta ad intervenire?”. Ci uniamo alla domanda.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui