Cabtutela.it
acipocket.it

A quasi un mese dall’inaugurazione un brutto caso coinvolge la mensa della scuola materna comunale Montessori di Palese. Ieri alcuni bambini si sono sentiti male dopo aver mangiato nel refettorio scolastico.\r\n\r\nUna prima denuncia della situazione arriva dal padre di uno degli alunni dell’istituto, che sulla bacheca del sindaco Decaro scrive: “Già da dopo pranzo i bambini hanno accusato mal di pancia e vomito, ma non parliamo di un paio di bambini, bensì di tutta la classe, anche in altre sezioni”.\r\n\r\nLa preside Iacobone: “Decine di assenze in giornata, abbiamo contattato l’Asl”\r\n\r\nOggi infatti decine di alunni si sono assentati per problemi intestinali. “Sono tre – spiega la preside Antonella Iacobone – le sezioni che usufruiscono della mensa. E in ognuna di queste hanno frequentato le lezioni regolarmente al massimo quattro ragazzi, quando normalmente una classe è composta da una ventina di bambini. Insomma il problema c’è, ora bisogna capire se non sia legato invece all’influenza, visto che molte altre classi, che non mangiano a mensa, sono oggi dimezzate”. Ad avvertire i malesseri sono stati anche bambini molto piccoli: una delle classi che usufruisce del refettorio è frequentata da alunni con meno di tre anni.\r\n\r\nGià ieri comunque la preside aveva avvertito il problema. “Alcuni genitori si erano lamentati – spiega – e quindi oggi molti di loro non hanno portato a scuola i figli a scopo precauzionale. Comunque ho già avvertito il responsabile del reparto prevenzione della Asl e quello della ditta Ladisa, che gestisce il servizio refettorio. Mi hanno assicurato che avvieranno tutti i controlli del caso”.\r\n\r\nL’assessore Romano: “Potrebbe trattarsi di un semplice virus”\r\n\r\nDella situazione è stata informata subito l’assessore alle Politiche educative Paola Romano. “Abbiamo avviato i controlli del caso”, spiega. “Avremo risposta dalla Asl tra 4-5 giorni. Dobbiamo però tenere a mente, prima di parlare di intossicazione alimentare, che anche bambini di altre sezioni che non usufruiscono del servizio sono stati male. La preside mi ha parlato di una classe con soli sette alunni oggi che non ha mangiato ieri alla mensa”. “Forse – conclude – si tratta di un semplice virus intestinale, ma avremo conferma dopo i controlli”. Se invece dovesse essere confermato che gli alimenti siano stati contaminati, allora il rischio di intossicazione si potrebbe estendere anche ad altre scuole, visto che il servizio di refettorio è gestito da un’unica società.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui