Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

Partenza puntuale per la processione di San Nicola, che è uscito dalla Basilica “ballando” a ritmo della banda che ha poi accompagnato la statua per i vicoli. Il Santo in testa, Bari al seguito, in un clima particolarmente festoso anche grazie alla giornata mite. Tanti gli anziani devoti, qualche famiglia con bambini, tutti avanzano lentamente dietro la statua tra le strade che oggi profumano d’incenso.\r\n\r\nAlla partenza, il seguito è ridotto ma partecipe, siamo sulle duecento persone. Pian piano si raggiunge il migliaio. Tra i piú giovani c’è chi scatta foto coi cellulari, chi un selfie, anche la devozione è 2.0.\r\n\r\nDopo San Marco,  si entra in strada Palazzo di città, mentre cala il sole,  nelle strade della movida cittadina che diventano per poche ore la scenografia di uno dei giorni più sacri di Bari. Approfittando del silenzio nelle pause della banda, ci si scambiano gli auguri: “Che San Nicola ci protegga”.\r\n\r\nNon mancano le tradizionali postazioni delle signore che scaldano l’olio per friggere sgagliozze e popizze. Tra il pubblico si affaccia anche Porzia Petrone, sorella di Benedetto Petrone ucciso nel 1977.\r\n\r\nSuggestiva la chiusura della processione davanti la Basilica. La piazza, affollata, dedica un inno al Santo al grido “Viva San Nicola”.\r\n\r\nLa processione per Bari Vecchia\r\n\r\n \r\n\r\n

\r\n\r\n(foto di Luca Desiderato)


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui