Cabtutela.it
acipocket.it

Pass da tre a cinque giorni per visitare la città di Bari e la sua provincia, con servizi di trasporto e visite incluse. Sul modello delle grandi città europee. Ed ancora 300 siti mappati e una app per fare conoscere la storia dei monumenti e dei luoghi storici della città. Il Comune presenta la Bari guest card, un programma dettagliato che sarà messo a bando a febbraio e che mira all’individuazione di un soggetto che si occuperà appunto della gestione dell’intero sistema di promozione turistica. Ieri il progetto è stato presentato all’Urban center.

\r\n

“Terre di Bari Guest Card rappresenta, insieme al nuovo sistema di brand identity per la città e alle grandi infrastrutture della cultura, uno dei tre pilastri del più ampio progetto di rinnovamento del sistema turistico – culturale della città – ha commentato l’assessore alle Culture e Turismo Silvio Maselli -. L’idea strategica su cui si fonda Bari Guest Card è costruire un sistema metropolitano integrato per il turismo, in grado di offrire al visitatore flessibilità, facilità e completezza dell’offerta attraverso l’ampia integrazione degli operatori culturali e turistici dell’area”.

\r\n

I dettagli

\r\n

Il sistema si compone di:

\r\n

·        un portale con 300 punti di interesse mappati sull’area metropolitana di Bari, N. 15 itinerari turistico-culturali accessibili e un sistema di e-commerce;

\r\n

·        una infrastruttura applicativa per i soggetti aderenti al circuito dedicata alla lettura delle card (conteggio automatico del passaggio, scarico e trasmissione dei dati al soggetto gestore, conteggio visitatori);

\r\n

·        una Guida Elettronica e una App mobile;

\r\n

·        due Pass turistici “Terre di Bari Guest Card” da 3 e 5 giorni (il primo di 28 euro con incluse quattro visite e il secondo da38 euro con sei siti all inclusive)

\r\n

·        due Visitor Center, uno nel Castello Normanno Svevo di Bari ed uno nella sede IAT di Piazza del Ferrarese;

\r\n

·        200 paline segnaletiche fuori dai luoghi di interesse per fruire di contenuti integrativi e informazioni puntuali;

\r\n

·        la progettazione del materiale di comunicazione di corredo alla card;

\r\n

·        un Tavolo Multi-touch, n.4 postazioni multimediali interattive, 20 dispositivi per la realtà aumentata (glass) e 25 per la didattica (tablet).

\r\n

Oltre alla vendita delle card sarà possibile creare e vendere pacchetti turistici di varia natura, sia on line, sia tramite front desk, ragion per cui il gestore – singolo o in raggruppamento – dovrà anche essere tour operator.

\r\n 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui