Cabtutela.it
acipocket.it
“Mi chiedevo a che punto di sopportazione un’attività commerciale debba arrivare per ritenersi stufa. Oggi per l’ennesima volta – denuncia un utente sulla bacheca del sindaco Decaro – come ogni giorno del resto, il marciapiede e la parte privata (quella in metallo) del mio ufficio viene presa di mira da padroni di cani, incivili, sporcaccioni, maleducati e irrispettosi che consentono (senza poi pulire) lo scempio come in foto. Le faccio questo regalo fotografico così che possa capire che, oltre al mio lavoro (che in un certo senso contribuisce al progresso di Bari) devo anche diventare “spazza merda” (mi scusi il termine) per conto di altri.\r\n\r\nSiamo in via Crisanzio, quindi in centro, all’altezza del 114, credo che un pò di controllo sui padroni (video sorveglianza!!!??), un pò di pulizia (vedo lo spazzino delle strade molto impegnato all’inizio di corso Italia, vicino alla stazione, ma di qui neanche l’ombra, anzi siamo di serie B?) e soprattutto qualche multa in più possa evitare a me, e probabilmente ad altri (come me), di non svolgere un doppio lavoro gratis, nonostante for fiore di tasse”.\r\n

\r\n 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui