Antonio Giovinazzi sarà al via del Gp d’Australia di Formula 1, a Melbourne. A sei anni dall’ultima gara di Jarno Trulli e del pugliese Vitantonio Liuzzi, sarà il 23enne di Martina Franca a riportare l’Italia sulla griglia di partenza. La notizia è arrivata nella notte italiana, quando la Sauber ha comunicato il forfait del tedesco Pascal Wehrlein e promosso “titolare” il vicecampione mondiale 2016 della GP2, diventato in inverno il terzo pilota della Ferrari.

Giovinazzi si è trovato, all’improvviso, ad affrontare un tracciato nuovo e, dopo appena 18 giri di prove libere, a cercare di far meglio del compagno Marcus Ericsson in qualifica. C’era riuscito, prima dello scatto d’orgoglio dello svedese. Antonio partirà comunque 16°, davanti a Kevin Magnussen, Stoffel Vandoorne, Jolyon Palmer e Lance Stroll. “Ho provato a stare davanti Marcus – ha commentato Giovinazzi – è il mio primo avversario anche se ha tre stagioni di F1 alle spalle e il doppio dei miei chilometri sulla Sauber C36. Sto vivendo un sogno, sono stato a un passo dalla Q2, ringrazio la Ferrari e la Sauber per questa opportunità. Domani non voglio fare errori, l’obiettivo ovviamente è tagliare il tragurdo. Per due notti il fuso orario non mi ha fatto dormire, stanotte per fortuna ci sono riuscito”.

Wehrlein era era rimasto coinvolto in un incidente alla Race of Champions di Miami, lo scorso 23 gennaio, lamentando problemi al collo. Alla vigiliad el GP di Melbourne, però, la comunicazione della Fia lo dava però per guarito e arruolabile. Toccherà, dunque, a Giovinazzi. Sei anni dopo Liuzzi. Da Locorotondo a Martina Franca: il Circus della Formula 1 parlerà ancora una volta pugliese.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here