Cabtutela.it

 

Una delegazione della Città Metropolitana di Bari, composta dalla consigliera delegata ai beni culturali, Francesca Pietroforte e dal referente del sindaco metropolitano alla pianificazione strategica, Luigi Ranieri, si trova, in questi giorni, ad Asunciòn e Buenos Aires per partecipare agli incontri con i partner paraguaiani e argentini nell’ambito del progetto europeo Plades, di cui la Città Metropolitana di Bari è capofila.

Si tratta di un confronto in materia di pianificazione strategica nelle grandi aree urbane del mondo con rappresentanti delle Istituzioni di Santa Fè e Rosario (Argentina) e Asunciòn (Paraguay) alla presenza dei Ministri degli Interni del Turismo e della Cultura, dell’ambasciatore italiano e di quello dell’Unione Europea in Paraguay.

Il progetto Plades è stato finanziato, per 660 mila euro, dalla Commissione Europea e coinvolge la Città Metropolitana di Bari (Proponente), Comune di BariFundacion Eurosur (Partner argentino), Gobierno della provincia di Santa Fè (Partner argentino), e due Governi Provinciali  del Paraguay (Misiones e Caaguazù).

Obiettivo del progetto è lo scambio di buone pratiche in tema di pianificazione strategica e sostenibilità ambientale, ma anche di qualità dei processi di partecipazione attiva e di responsabilità. Durante il primo degli incontri istituzionali, che si è aperto con un videomessaggio di saluto del Sindaco Metropolitano Antonio Decaro, la consigliera Pietroforte ha fatto il punto sul processo di pianificazione strategica avviato dalla Città Metropolitana di Bari, che ha già prodotto ottimi risultati, sottolineando che: “Partecipazione e co-progettazione sono stati i nuclei fondanti del nostro piano Strategico. Tutti i Comuni della Città Metropolitana di Bari, ognuno con le proprie risorse e peculiarità, hanno lavorato per lo sviluppo economico e socio-culturale di una comunità che vanta oltre 1 milione di abitanti. Grazie a questa sinergia di forze siamo beneficiari di importanti finanziamenti che ci permetteranno di riqualificare le periferie e valorizzare gli attrattori culturali, avviare un percorso cicloturistico metropolitano e dare nuova vita al nostro waterfront. Una strategia apprezzata dai partner del progetto PLADES che renderà la Città Metropolitana di Bari all’altezza delle sfide offerte dalla modernità e dal contesto europeo nel quale siamo inseriti”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui