Cabtutela.it
acipocket.it
agricoladiniso.it

Giornata di premiazione, questa mattina a Palazzo di Città, dove il vicesindaco Pierluigi Introna e il  consigliere comunale Marco Bronzini hanno consegnato una targa all’associazione ‘Scuola Cani Salvataggio Nautico – Onlus 2011’ per l’encomiabile servizio, svolto con dedizione, a tutela dei bagnanti e a supporto delle persone disabili sulla spiaggia di Pane e Pomodoro.

A seguito di un accordo con l’amministrazione comunale, infatti, da alcuni anni, durante la stagione estiva, l’associazione di volontariato è presente sulla spiaggia di Pane e Pomodoro con i propri operatori e unità cinofile, garantendo il servizio di pattugliamento, assistenza e salvamento il sabato, la domenica e nei giorni festivi, quando i bagnanti sono più numerosi.

“Un’attività che si svolge prevalentemente durante il periodo estivo, ma che ormai è diventata una vera e propria tradizione per la città. – ha commentato Bronzini – Vi ringrazio a nome della comunità cittadina che riconosce nel vostro impegno, completamente senza scopo di lucro, un sostegno importante per migliorare la qualità dell’ambiente e del territorio”.

La targa è stata consegnata ai volontari e ai loro cani:  Donato Castellano con Grace e India, Gianmarco D’Amico  con Marley, Fabrizio Stea con Billo, Marco Di Sapia con Obi, Francesco Abbinante con Texas, Checco D’Amico con Tosca,  Pietro Galeandro con Maja.

“La nostra associazione festeggia il sesto anno di attività e l’iscrizione al registro regionale della Protezione Civile – ha ricordato il presidente Donato Castellano – siamo fieri di prestare un servizio del genere. La presenza dei cani di salvataggio e dei volontari a Pane e Pomodoro, che è la spiaggia pubblica cittadina attrezzata per le persone con disabilità, dà un senso di sicurezza ai bagnanti, in particolare a coloro che hanno difficoltà motorie, perché con il nostro aiuto possono usufruire al meglio delle attrezzature a disposizione”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui