Consigli per un viaggio a Parigi

A Natale e a Capodanno si vola in Francia

Parigi non ci è mai sembrata tanto vicina quanto ora: un volo diretto Ryanair da Bari-Palese, 2 h e 30 minuti, tariffe non così inaccessibili insomma il viaggio perfetto per chi cerca l’emozione, l’arte, la moda e perché no, anche il buon cibo.
Parigi è una città completa, romantica, cosmopolita, colorata sebbene segnata da eventi che hanno traumatizzato e inevitabilmente allontanato un po’ i turisti. Ma pian piano i brutti ricordi stanno sfocando smettendo di farla sfiorire.
Parigi è brillante, resta la città più popolata della Francia e secondo la rivista The Economist tra le più care al mondo.

Sorge sull’ansa della Senna, protagonista ricorrente e luogo pieno di vita. Si riversano artisti sulle sue rive, giovani sui suoi ponti, Pont Neuf, Point de la Concorde e tanti altri, barche come il Bateau Mouches o il Bateau Parisiens l’attraversano continuamente trasportando migliaia di persone che vogliono godere del panorama o anche cenare a bordo a lume di candela.
Percorrendo la Senna ci si imbatte nell’ Ile St. Louise isola costellata di palazzi nobiliari, stradine intrise di ristoranti e piccole botteghe d’artigianato. Ma ci si imbatte presto anche in un’altra, forse, più conosciuta isoletta: Notre Dame.

E’ qui che si erge la nota e stupefacente Cattedrale. Addentrandosi in città si ha voglia di fermarsi a mangiare o bere qualcosa, un pasto salato o un prelibato dolce, in un contesto che sia degno dell’eleganza onnipresente in ogni quartiere: Angelina in 226 Rue de Rivoli 1st Arrondissement. Qui si può mangiare un’insalatona francese o un mont blanc fenomenale, fingendo di essere tornati indietro ai tempi della Belle Epoque.

( foto granarolo.it)

A due passi dal ristorante sorge il Louvre ma non si ha sempre così voglia di fare file infinite. Lo si può guardare dall’esterno, fotografare la Piramide di Vetro e poi optare per musei meno conosciuti ma altrettanto validi e ben raggiungibili delle linee metropolitane.
Il Museo de l’Orangerie ospita collezioni permanenti magnifiche tra cui il famoso quadro le Ninfee di Monet ma anche famose opere di Modigliani, Picasso, Cezanne e molti altri.

(foto the artpostblog)

Il Museo d’Orsey progettato da Gae Aulenti sorprende per i capolavori dell’impressionismo, post-impressionismo ma anche per pezzi di arte moderna e istallazioni peculiari. Al suo interno vi è un percorso da seguire meticolosamente e una sorpresa in prossimità della finestra.

Per gli amanti e seguaci dell’arte contemporanea non può mancare un salto al Pompidou : l’edificio è un’ opera di Gianfranco Franchini e Renzo Piano, con tubi a vista e mille colori.
All’interno un museo di design, fotografia, attività musicali e cinematografiche e un delizioso punto di ristoro.
Ma nel periodo natalizio c’è qualcosa a Parigi che appare ancora più maestosa, emozionante e bella: è la Tour Eiffel. Non è più così scontato visitarla così illuminata e suggestiva. Immancabile una passeggiata tra le luci degli Champs Elysee, tra i pittori di strada di Montmartre, uno spettacolo al Lido, il famoso cabaret burlesque se il Moulin Rouge sembra troppo trasgressivo. E per lo shopping le Galleries Lafayette nel quartiere dell’Operà.
Parigi non vi deluderà.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.


caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here