Cabtutela.it

Sul cartello la fine dei lavori è stata segnata il 23 maggio del 2017, ma il cantiere per i due giardini tra via Ricchioni, via Ciusa e via Leotta è ancora in alto mare. A denunciarlo è la consigliera municipale Sabrina Gelao. “Ma è possibile che in Cina costruiscono un ponte sul quale transitano 200mila veicoli ogni giorno in 43 ore – spiega –  mentre qui da noi per piccole modifiche i lavori si fermano per l’eternità? Vi sembra normale che nessuno -classe politica in primis- si adopera per diminuire le tempistiche e semplificare le procedure mentre il mostro burocrazia uccide lentamente il nostro Paese? È davvero mortificante passare tutte le mattine da qui (e non solo) e vedere che tutto resta sempre, tristemente, uguale”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui