Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Sarebbe iniziato su Facebook il litigio che ha portato lo scorso 12 marzo all’omicidio del pregiudicato 43enne Antonio Scaglioso, ucciso a colpi di pistola nel quartiere Catino di Bari. Due sorelle, Angela e Pasqua Mari (la prima moglie della vittima, la seconda picchiata con una mazza da baseball), si sarebbero affrontate dopo insulti tra familiari in diretta Facebook durante un compleanno. La scintilla sarebbe stato un gestaccio fatto in video. Nel litigio sarebbe intervenuto il marito di Angela, Scaglioso, armato di pistola. In difesa della sorella Pasqua sarebbero intervenuti altri familiari, compreso il genero 32enne Antonio Ripoli, anche lui armato di pistola, che avrebbe sparato uccidendo il 43enne. Ripoli, dopo quattro giorni di latitanza, si è consegnato questa mattina agli uomini della Questura di Bari che gli hanno notificato un provvedimento di fermo per il reato di omicidio aggravato dal metodo mafioso, detenzione per porto abusivo di arma da fuoco. Le indagini continuano per identificare le altre persone che avrebbero preso parte al litigio.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui