Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

Continuano a far discutere le avarie e i ritardi dei mezzi Amtab per il trasporto pubblico a Bari. Stavolta il “colpevole” è l’autobus scolastico 2321, che accompagna gli studenti pendolari del capoluogo da San Pio a Japigia zona polivalente: “Con frequenza bisettimanale accade che l’autobus preservi il primato di far entrare a scuola o, di far rientrare a casa, con notevole ritardo gli studenti pendolari. Questa mattina, l’odissea si è consumata all’andata e al ritorno”. La denuncia è del consigliere comunale Michele Picaro.

“All’andata l’autobus in questione – racconta Picaro – si è fermato verso le ore 7,35 sulla statale 16 bis, per un’avaria, con conseguente attesa di mezzo sostitutivo che ha causato, oltre ai disagi, per l’appunto il ritardo a scuola. Per quanto riguarda il ritorno, invece, l’autobus previsto per le ore 13,25 che dal polivalente doveva riaccompagnare gli studenti a casa, non si è materializzato prima di oltre 20 minuti dall’orario previsto, con molti ragazzi che hanno chiesto ai propri genitori di essere prelevati, oramai stanchi di queste “angherie” offerte dall’Amtab, con tanto di abbonamento mensile a carico delle famiglie”.

Picaro sottolinea anche che il tragitto è spesso condito da fumo di sigarette che vengono accese all’interno del mezzo, nel totale disinteresse generale. “In questo scenario desolante per i nostri ragazzi – scrive Picaro – chiedo che il sindaco di Bari si rivolga al presidente dell’Amtab (considerato che lo ha nominato lui), per porre fine a tutti questi cronici disservizi, utilizzando autobus di nuova generazione e che soprattutto rispettino gli orari. In tal senso, presenterò l’ennesima interrogazione al sindaco per chiedergli se intende garantire ed in che modo, il diritto allo studio ai nostri ragazzi pendolari”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui