Cabtutela.it
acipocket.it

Salvati bagnanti a Pane e pomodoro, tra questi anche un bimbo di dieci anni. È accaduto ieri pomeriggio. Protagonisti i bagnini della Scuola Cani Salvataggio Nautico, associazione di volontariato e protezione civile, che ogni sabato e domenica vigila, in maniera gratuita, sulla sicurezza dei bagnanti, avendo sottoscritto un accordo (il sesto anno consecutivo) con il Comune di Bari.
Già alle 14 i bagnini comunali hanno portato in salvo due bagnanti rumeni ubriachi mentre nel pomeriggio le Unità Cinofile operative dell’associazione hanno effettuato due salvataggi, uno verso le 17,45 e l’altro verso le 18,30.
Nel primo salvataggio sono stati coinvolti  Gianmarco d’Amico con il suo golden di nome Texas e con il supporto di Marco Di Sapia, che hanno portato in salvo un ragazzo che aveva perso totalmente le forze per nuotare dietro ad un pallone.
L’altro salvataggio ha visto coinvolta Federica Cezza con la sua Maya.
Hanno salvato dall’annegamento un bambino di circa 10 anni che all’altezza dei frangiflutti, ha iniziato a bere acqua e ad annaspare. Il piccolo è stato salvato e portato a riva.
“Questi in sintesi siamo noi, volontari dal grande cuore che ogni fine settimana e fino a metà settembre saremo al servizio dei bagnanti – racconta Donato Castellano, della Scuola cani salvataggio – Siamo una gara bella realtà associativa, la spiaggia apprezza il nostro lavoro, l’attività di prevenzione agli incidenti in mare, i nostri amici pelosi si fanno coccolare e come è accaduto proprio ieri pomeriggio, in caso di salvataggio di bambini, servono a far passare lo spavento e far tornare subito la serenità a chi ha vissuto il pericolo in mare. Ci troverete nuovamente in spiaggia dal prossimo fine settimana.
Cercate sempre di rispettare il mare, lui è il nostro più grande amico, ma improvvisamente può trasformarsi nel nostro peggior nemico”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui