Sopralluogo questa mattina del comitato di cittadini Fibronit e dell’associazione dei familiari delle vittime dell’amianto all’interno del cantiere della Fibronit, l’ex fabbrica della morte di Japigia ormai demolita. “Siamo venuti qui per scoprire quello che resta della Fibronit – spiega Nicola Brescia, presidente del comitato – i capannoni, il torrino non ci sono più e presto anche queste strutture scompariranno. Ci sembrava giusto venire qui con i famigliari delle vittime di amianto perché sono loro i primi ad aver pagato con la vita il dramma della Fibronit. Questo – continua Brescia – è il risultato della nostra battaglia.  Qui ci sarà un parco dedicato alle vittime dell’amianto, un piccolo risarcimento che la città di Bari fa a queste persone”. Il comitato chiederà anche che ogni struttura che sarà realizzata all’interno del parco porti il nome di una vittima del mesotelioma pleurico.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here