Cabtutela.it

Questa mattina, nella sede di Rfi – Rete ferroviaria italiana – l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso ha partecipato ad un incontro con i rappresentanti di Rfi, Ferrovie Sud Est, Aqp e Aip – Autorità idrica pugliese – convocato con l’obiettivo di sbloccare il progetto  da 26 milioni di euro predisposto da Aqp per realizzare nuovi tronchi di fogna nera e purificare la condotta Picone-Matteotti attraverso una nuova rete di captazione e la nuova allocazione dell’impianto di sollevamento, oggi in piazza Diaz, a ridosso della zona del passaggio a livello di via Oberdan.

Il progetto definitivo redatto da Aqp ha infatti bisogno di completare il complesso iter autorizzativo mediante l’acquisizione di tutti i pareri, tra i quali quelli dei soggetti ferroviari Rfi e Sud Est in quanto si sviluppa in stretta correlazione con le opere previste nell’ambito del “collo d’oca”, lo spostamento del fascio di binari della direttrice per Lecce che correrà in affiancamento a quelli delle Sud Est.

“L’incontro odierno voluto dall’amministrazione – commenta Giuseppe Galasso – è stato necessario per comprendere e superare alcune criticità legate alla vicinanza delle diverse infrastrutture ferroviarie, fognarie e stradali. Abbiamo effettuato una prima disamina dei principali problemi , valutandoli tutti risolvibili, e ci siamo dati appuntamento per i primi giorni di novembre con i progettisti delle reti ferroviarie e di Aqp per definire alcuni importanti aspetti di dettaglio. L’obiettivo condiviso è quello di indire quanto prima la gara per appalto integrato che contemplerà sia la progettazione esecutiva che l’esecuzione dei lavori a cura di Aqp, un intervento ambizioso e importante, teso a modificare la rete di fognatura nera di zone rilevanti della città, quali i quartieri Madonnella e San Pasquale, e a ridurre gli apporti della fognatura nera che confluiscono nella condotte Picone-Matteotti, con conseguente netta diminuzione del carico di bruto che fuoriesce in occasione delle aperture della Matteotti in caso di piogge abbondanti. Si tratta di un traguardo importante, un deciso passo avanti per la bonifica e la risoluzione degli annosi problemi di questa condotta”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui