Oggi il Politecnico di Bari ha aperto le porte del campus “Quagliariello” ai figli dei propri dipendenti (docenti ricercatori, tecnici amministrativi e anche agli studenti) per una festa di Natale a loro dedicata. Una novità con la quale si è voluto ribadire il valore della comunità accademica a partire dai più piccoli rappresentanti.

I bambini hanno prima visitato i luoghi di lavoro dei propri genitori, in un piccolo hopen day nei dipartimenti, nei laboratori e negli uffici dell’amministrazione. Poi sono stati accolti nel campus dal rettore, Eugenio Di Sciascio con lo staff del settore eventi, organizzatore dell’evento. Nel campus, i bambini hanno assistito ad uno spettacolo con i supereroi Avengers e poi hanno partecipato al laboratorio degli elfi in aula magna, dove hanno ricevuto i doni e si sono fatti fotografare con Babbo Natale, quindi spettacolo per le bambine con i personaggi dei cartoni animati, la break dance dell’uomo ragno, buffet per i più piccoli e concerto. Finale in brindisi con il rettore Di Sciascio per lo scambio degli auguri di Natale.

“Questo è un momento di festa ma abbiamo il dovere di ricordare chi ci ha lasciato e chi lotta per la vita. Oggi il nostro pensiero va a Chiara (Corcella, la studentessa di Barletta rimasta coinvolta in un grave incidente in Spagna, durante l’Erasmus) e alla sua famiglia” ha detto il rettore. “Soprattutto il mio brindisi va ai nostri studenti, che sono il nostro futuro”.

Bif&st 2019 Bari
© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here