Cabtutela.it
acipocket.it

E’ di queste ore la notizia della seconda invasione di topi giganti a Lucca, dopo quella avvenuta nei giorni scorsi a Cesena. L’Aidaa, l’associazione per la difesa degli animali, ha calcolato che in Italia ci sono circa 500 milioni di topi, pari a 8.6 volte la popolazione residente all’ultimo censimento. “Il fatto che i topi stiano aumentando a dismisura con situazioni difficili come quelle di Cesena, Lucca ed in un passato recente a Roma e Milano sono la controprova della grande presenza di colonie di topi che non vivono solo in campagna ma si stanno sempre più urbanizzando. Tralasciando i dati  di Roma e Milano a farla da padrona sarebbe Napoli – si legge in una nota –  con una media di 9 topi  per ogni persona.  Insomma una questione quella dei topi che riguarda tutte le città italiane e che non si debella sicuramente con le campagne di avvelenamento che chiamiamo derattizzazioni che uccidono in maniera atroce qualche topo ma che diventa letale anche per cani e gatti, ma anche per i piccioni e per altre forme di animali selvatici che vivono nelle città. .

“I topi mediamente vivono poco al massimo fino a 3/4 anni- dice Lorenzo Croce presidente di AIDAA- ma nella loro breve esistenza ogni femmina mette al mondo fino a 12 topini ogni volta che partorisce e questo avviene mediamente ogni tre-quattro settimane. Da qui la nostra proposta di eliminare le inutili, costose e spesso dannose derattizzazioni ma di passare da una campagna di distruzione ad una campagna di conoscenza, convivenza e sterilizzazione e incremento delle colonie feline specialmente in città”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui