Centinaia di messaggi di condoglianze: tanti ricordi di Franco Cinquepalmi, il commerciante di 56 anni che si è tolto la vita oggi a Torre a Mare. Era proprietario con la moglie del pub “La Cambusa” da quasi vent’anni. Ha lasciato un biglietto che è stato consegnato ai carabinieri.

Laureato in Economia e commercio, ha preferito fare il pescatore per il suo amore per il mare e ha deciso di aprirsi un’attività, punto di riferimento per l’ex frazione a sud di Bari. Oggi la notizia ha sconvolto sia Torre a Mare sia il popolo del web che ha voluto lasciare decine di ricordi di Franco. Ultimamente – come ci raccontano – aveva subito una denuncia per abusi edilizi per il suo locale, una circostanza che lo aveva colpito davvero tanto.

“La tua barca, le triglie fresche in regalo, le gustosissime acciughe, il tuo sorriso, una generosità indescrivibile, perché ci hai lasciato questo vuoto incolmabile, perché? Riposa in pace amico caro e generoso”, si legge in un post. E ancora: “Era una persona di una gentilezza e disponibilità rare. Mancherai Franco”.

Qui il saluto del comitato di quartiere:

“Oggi è un giorno particolare e sapete bene a chi ci riferiamo, solo che per rispetto ed estremo senso di delicatezza, chiameremo l’uomo che non è più tra noi, con il suo nome e cognome e non come lo chiamavano i suoi amici, tantissimi, in lacrime per la scomparsa del Sig. Francesco Cinquepalmi.
Ci ha lasciati un uomo per bene, un vero gentiluomo e sopratutto un uomo di carattere. Ci ha lasciati con un senso di vuoto che potremo colmare solo restando uniti e facendo fronte comune. Con la sua generosità materiale e umana, con il suo bagaglio di esperienze e con la sua voglia di darsi, ci ha trasmesso la voglia del sorriso che dobbiamo impegnarci a portare con noi. Un uomo forte che ha saputo fare delle sue idee un vessillo, che abbiamo il dovere di far vedere a tutti quelli che non credono in nulla e che hanno perso la barra del timone. Lui da vero e grande pescatore quale era, ed era grande in tutto, sopratutto nell’umiltà, ci ha lasciato una grande lezione, oltre che un grande fardello, che alle volte dimentichiamo di avere… LA RESPONSABILITA’!!! Lui si è preso la più grande delle responsabilità, dimostrando la sua forza e trasmettendocela, in modo che si possa davvero fare quello che va fatto senza se e senza ma. A nulla valgano quindi inutili strumentalizzazioni e parole, ma contino i fatti, senza che la memoria del Sig. Francesco Cinquepalmi ne possa essere intaccata. Sì, ribadisco il Sig. Francesco Cinquepalmi, perchè solo pochi, lo possono davvero chiamare con il suo nome da battaglia o con il suo soprannome. Rimarrà indelebile il suo messaggio e l’incredibile cordoglio che questa persona ha lasciato nel cuore e nelle menti di tutti noi. Non è più tra noi, ma c’è e ci sarà sempre in ogni passo che ci accompagnerà nella nostra vita e nei nostri impegni personali ma sopratutto di comunità, quella che oggi si stringe al dolore della sua famiglia che abbracciamo con partecipazione e delicato affetto.
Adesso il tuo mare ti aspetta e quando vedremo un catamarano in mezzo al blu sarà bello pensare che ci sia tu a bordo che ci fai un sorriso dei tuoi”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here