Manca poco meno di due mesi alla conclusione della Serie A 2018-2019. Con il Campionato ormai agli sgoccioli, si può tentare di indovinare quali saranno le squadre che riusciranno a qualificarsi per i due tornei europei più prestigiosi, la Champions League e l’Europa League. Per fare un pronostico che abbia senso, occorre guardare alla parte superiore della classifica, tentando di scorgere gli scogli che potrebbero bloccare la corsa all’Europa delle squadre favorite.

Sono 6 i posti da occupare: 4 per la Champions Leaugue e 2 per l’Europa League. E fatta eccezione per Juve e Napoli in vetta, i punti di distacco tra la terza in classifica e la settima sono solo 10. I giochi, perciò, sono più che aperti.

Chi può già staccare il suo biglietto per l’Europa

Ad accedere praticamente con certezza alla Champions sarà la Juventus di Allegri, che occupa il primo posto in serie A con 7 punti di vantaggio sul Napoli. Per la vittoria matematica basta solo un altro punto ((un bookmaker ha persino pagato in anticipo l’antepost), ma anche nella peggiore delle ipotesi, i bianconeri andrebbero comunque in Champions.
Il club che probabilmente farà compagnia ai torinesi in Europa è il Napoli, con 7 punti di vantaggio sull’Inter. I giocatori sono stanchi e sembrano aver già dato tutto, e in più si troveranno ad affrontare squadre con una motivazione ben più forte della loro in questa fase del torneo. Ma ad eccezione di Atalanta e Inter, dovranno confrontarsi con avversari decisamente alla loro portata (Frosinone, Spal, Bologna e Cagliari). E se anche dovesse perdere in casa contro Atalanta e Inter, basterebbe ai partenopei vincere le 4 sfide più semplici per restare saldamente al secondo posto in classifica.
Il biglietto per l’Europa è perciò quasi una certezza anche per Ancelotti.

E tutti gli altri?

Se i primi due posti sono praticamente già occupati da Juventus e Napoli, ne mancano ancora altri due da assegnare. Le più quotate sono di sicuro le milanesi, seguite a poca distanza dalla Roma e poi, con un distacco maggiore, da Atalanta e Torino. Molto lontana dall’obiettivo Europa la Lazio.
La stra-favorita dovrebbe essere l’Inter. Oltre ad aver giocato un buon Campionato, in cui un eventuale piazzamento al terzo posto sarebbe più che meritato, sta attraversando una fase positiva per il ritorno di Mauro Icardi. Dalla sua parte anche il calendario, con match che non dovrebbero essere impossibili da vincere: la Roma in casa, la Juve che però dovrebbe presentarsi con la seconda squadra, l’Udinese, il Chievo già retrocesso, il Napoli a San Paolo e infine l’Empoli in casa.
Il calendario del Milan, ad un solo punto dalla Roma, sembra più semplice, con le sfide contro parma, Torino, Bologna, Fiorentina, Frosinone e Spal. I giallorossi di Ranieri sfideranno invece Inter, Cagliari, Genoa, Juventus, Sassuolo e Parma.
Non ci sono all’orizzonte sfide impossibili per il Milan, ma i rossoneri devono mantenersi concentrati anche per la Coppa Italia, mentre al contrario la Roma, dopo la stagione deludente, potrebbe trovare nella qualificazione in Champions un puntello per riabilitarsi di fronte ai tifosi. Per riuscire nell’impresa servono però una forza e una convinzione che i ragazzi capitanati da DDR sembrano ritrovare solo a intermittenza.

Europa League: chi va, chi resta

Di sicuro la Roma che non dovesse rientrare in Champions sarebbe la rima candidata per l’Europa League, dove comunque la competizione è altissima.
L’Atalanta, per la voglia di cogliere l’occasione della vita, è in cima alla lista delle avversarie da temere di più. Oltre ad essere ancora in semifinale di Coppa Italia, i bergamaschi sono soltanto un punto dietro la Roma. Non sarà però un percorso semplice quest’ultima tranche di campionato: dopo aver concluso contro l’Empoli 0-0, , dovranno affrontare Napoli, Udinese, Lazio, Genoa, Juve e Sampdoria, tutto con la semifinale di Coppa Italia contro la Fiorentina ancora da giocare. Certo, la posta in gioco è alta e la voglia di arrivare in Europa potrebbe fare da volano alla squadra.
A pochi punti dalla Dea c’è la squadra granata, che ha in calendario le sfide contro Genoa, Milan, Juve, Sassuolo, Empoli e Lazio. I due scontri in casa (il derby della Mole e la sfida contro i biancocelesti) potrebbero imprimere una direzione diversa alla corsa del Torino al piazzamento conclusivo in classifica.
Terminiamo con la Lazio, che dovrà battersi contro Udinese, Chievo, Sampdoria, Atalanta, Cagliari, Bologna e Torino. I risultati altalenanti dei biancocelesti nella stagione in corso rendono però molto difficile immaginare in anticipo quali saranno i risultati. Per questo, la Lazio appare al momento più una mina vagante che una vera favorita per la qualificazione in Europa.

Bif&st 2019 Bari
© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here