Domani, sabato 20 aprile, alle 18, al Fortino Sant’Antonio di Bari, ci sarà l’anteprima della seconda edizione del Bari Piano Festival, in programma a Bari dal 24 agosto al 1° settembre. L’iniziativa, ideata e patrocinata dal Comune di Bari con la direzione artistica del maestro Emanuele Arciuli e organizzata da Teatro Pubblico Pugliese, prevede quindici appuntamenti, tutti a ingresso gratuito.

Una settimana dedicata alle vibrazioni e alle suggestioni musicali del pianoforte, che invaderanno il centro urbano e luoghi diversi da quelli concertistici usuali, per riscoprire il magico potere dell’ascolto e trasformare momenti quotidiani in appuntamenti con la bellezza. Un mescolarsi di diverse sfumature stilistiche e musicali che si intrecciano e si fondono con la città per regalare intense emozioni al variegato pubblico, composto dai cittadini, che potranno vivere gli spazi urbani in una nuova veste, e dai turisti che scopriranno e si approprieranno del territorio rompendo gli schemi dei soliti percorsi da visitare.

Le location dei concerti saranno posizionate in alcuni dei luoghi più suggestivi e simbolici della città, ad oggi poco frequentati da artisti, musicisti e dal loro pubblico.

Domani l’esclusiva anteprima del Bari Piano Festival: al piano, Maurizio Baglini, solista, camerista, didatta e direttore artistico è tra i musicisti italiani più brillanti e apprezzati sulla scena internazionale con un’intensa carriera in Europa, America e Asia ed oltre milleduecento concerti come solista e altrettanti di musica da camera.

Vincitore a soli 24 anni del “World Music Piano Master” di Montecarlo, da allora non ha più smesso di esibirsi nei più prestigiosi festival mondiali come La Roque d’Anthéron, Loeckenhaus, Yokohama Piano Festival.

Questo il programma del concerto:

Domenico Scarlatti (1685 – 1757)

4 Sonate:

L 21 in Mi maggiore (k 162)

L 184 in Sol maggiore (k 454)

L 118 in Fa minore (k 466)

L 324 in Do maggiore (k 460)

Modest Mussorgsky (1839-1881)

Quadri di un’esposizione:

Promenade

Gnomus

Promenade

Il vecchio Castello

Promenade

Tuileris

Bydlo

Promenade

Balletto dei pulcini nei loro gusci

Samuel Goldenberg and Schmuyle

Promenade

Limoges. Le marché.

Catacombae (Sepulcrum romanum )

Baba – Jaga

La grande Porta di Kiev

Dopo l’anteprima di Maurizio Baglini, il Bari Piano festival tornerà con il concerto all’alba in programma il 24 agosto con Lubomyr Melnyk. Sempre il 24 agosto ci sarà programma Le parole della musica – Analfabeti sonori (Einaudi) in cui Carlo Boccadoro conversa sul suo libro con Alessandro Piva e Emanuele Arciuli. Il 25 agosto si esibirà Steven Osborne in una esecuzione al piano dal titolo Il pianoforte e la spiritualità con le musiche di Messiaen e Beethoven. Il 26 e 27 agosto in collaborazione con la Libreria Laterza ci saranno due incontri: il primo con Gabriella Genisi, autrice di Pizzica Amara, edito da Rizzoli, accompagnata dalla musica di William Greco; il secondo con Patrizia Gesuita autrice di Il segreto di Esther seguita dal pianista Marco Ceci. Il 28 agosto La professione del pianista sarà in programma al mattino con l’incontro Prospettive per i giovani e alla sera con il concerto per piano solo di Costanza Principe. Il 29 agosto si esibirà Alessandro Deljavan in un concerto per piano solo, presentato da Barbara Mangini. In serata Jeffrey Swann presenterà Lezione di musica n.1 con le musiche di Liszt e Wagner. Si continua il 30 agosto con una singolare Maratona Di Musica Contemporanea i cui protagonisti saranno: Alessandro Stella, Maki Namekawa, Vanessa Benelli Mosell, Mariangela Vacatello. Il 31 agosto ci saranno Maurizio Zaccaria Piano Solo e i Dialoghi in Jazz, con Dado Moroni e Rita Marcotulli. Per l’ultima giornata, l’1 settembre sono in programma l’House Concerts: apri le finestre, risuona la città! e il Concerto al tramonto con Lesdek Modzer e Gloria Campaner.

Info su: www.baripianofestival.it

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here