Secondo il cronoprogramma stilato dal Comune di Bari, e visionabile passo dopo passo sul sito internet appositamente creato, il cantiere di via Amendola tra circa 15 giorni dovrebbe entrare nella “fase 3”. Ma i lavori sono “fermi” ancora al primo step, come si evince dal grafico.

L’avvio della seconda fase era prevista a maggio scorso, quindi sono già tre almeno i mesi di ritardo accumulati. L’inaugurazione a rilento del cantiere ha già condizionato le tempistiche del progetto da 4 milioni e 620 mila euro.

La data di consegna dell’operaè la primavera del 2020, dal Comune assicurano che i tempi saranno rispettati.

Il cantiere che avanza per lotti, in queste settimane ha dato precedenza alle operazioni nel tratto antistante all’ospedale Giovanni XXIII anche per rispondere alle esigenze di mobilità di alcuni disabili residenti in zona. In programma ci sono tre nuove rotatorie al posto di 20 semafori, 80 alberi, illuminazione a led, attraversamenti pedonali più sicuri, 6.500 mq di marciapiedi e videosorveglianza.

 

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...