Il presidente Nicola Schingaro ha appena comunicato che per il mese di dicembre e fino al 19 dicembre, nelle giornate di martedì e giovedì, si potranno prelevare i tesserini per il trasporto scolastico. La decisione arriva dopo le polemiche nate in seguito alla comunicazione della sospensione, dovuta alla carenza di personale.

Le polemiche

Emergenza personale nel Municipio III (San Girolamo, Fesca, Marconi e San Paolo). Il pensionamento dei dipendenti ha mandato in tilt alcune attività, a cominciare dalla distribuzione dei tesserini per il trasporto scolastico che non avverrà più in maniera decentrata ma direttamente negli uffici centrali del Comune.

“Dallo scorso 5 agosto, data in cui i consiglieri municipali dei Cinque Stelle Chiara Riccardi e Giuseppe Catalano hanno sollevato la questione delle carenze organiche – si legge in una nota –  che rischiano di portare alla paralisi il municipio III,  l’amministrazione Decaro non ha battuto ciglio. Il presidente Schingaro e il direttore Marchillo, in vista del pensionamento di due dipendenti municipali, hanno informato la Ripartizione per le Politiche Educative, Giovanili e Sportive che i tesserini per il trasporto scolastico, per il secondo quadrimestre, passeranno alla gestione Comunale creando disagi per gli studenti e le loro famiglie. Dov’è finito l’impegno elettorale di avvicinare le periferie al Comune? I cittadini devono aspettarsi altri tagli?”.

L’emergenza personale in realtà ha fatto nascere una vera e propria querelle tra l’ex presidente del municipio Massimiliano Spizzico e l’attuale Nicola Schingaro. Spizzico ha duramente attaccato l’operato di Schingaro.

“È questa la linea del neo presidente del Municipio dott. Schingaro che qualche giorno fa ha firmato una nota per comunicare alla Ripartizione Politiche Educative che non sarà più fornito il servizio per il rilascio in Municipio dei tesserini del trasporto scolastico, e che per questo, più di 1000 utenti dovranno recarsi in centro città presso la ridetta ripartizione? – si legge in un post su Facebook –  Questo è l’ennesimo servizio che migra in pochi mesi verso il centro cittadino dopo quelli già trasferiti dalla delegazione anagrafe e cioè il rilascio delle certificazioni di nascita, delle dichiarazioni sostitutive di notorietà e il servizio di autentica delle firme”.

Replica duramente Schingaro: “Quando mi sono insediato – spiega –  il Municipio era già in sotto organico di 4 unità. Per giunta era già in atto un processo non più arrestabile di ulteriore depauperamento dell’organico, questo a causa di pensionamenti già previsti prima del mio insediamento. Lo dico perché la cittadinanza lo sappia: mentre scrivo questo post, nel Municipio si lavora in una penuria assoluta di personale, siamo ormai a meno sei unità rispetto a quelle che ci dovrebbero essere per garantire la piena efficienza dei servizi. In questo quadro, determinato da situazioni preesistenti al mio insediamento, nell’assenza di altro personale abilitato a gestire il servizio per il rilascio in Municipio dei tesserini del trasporto scolastico, mi son visto costretto a firmare una nota alla Ripartizione Politiche Educative, in cui il Municipio richiede aiuto al Comune per la gestione della sola fase residuale nella gestione dei tesserini. L’anno prossimo la gestione del servizio dei tesserini tornerà quindi al nostro Municipio perché avremo tutto il tempo di governare i processi che quest’anno non erano completamente dipesi da chi ora siede nel Municipio. Prendo ora l’impegno affinché ciò avvenga. Ora come ora stiamo comunque cercando soluzioni per tamponare la situazione attuale, se ci renderemo conto che sono praticabili saranno immediatamente condivise con i cittadini e le cittadine. In sintesi – conclude –  c’è chi da un po’ ti tempo fa polemica evidentemente perché ha la coda di paglia e vuole nascondere le sue responsabilità. C’è invece chi fa il possibile per tamponare e risolvere non solo i problemi di ordinaria amministrazione, che non sono pochi, ma anche gli strascichi del malgoverno di altri. Allo stesso modo, ringrazio chi mi ha preceduto anche per la bella eredità della perdita del Commissariato. Per chi non lo sapesse, la scelta della chiusura del Commissariato era stata già presa ancor prima del mio insediamento. Anche qua si pagano le scelte (o l’assoluta assenza di scelte forse è meglio) fatte in passato”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here