Cabtutela.it
Aproli

Piazza Redentore, nel cuore del quartiere Libertà di Bari, è pronta a cambiare definitivamente volto con l’intervento di riqualificazione da 1 milione 200mila euro. Ma l’inaugurazione parziale annunciata dal sindaco Antonio Decaro entro lo scorso 31 gennaio subirà un sostanziale slittamento di almeno 3 mesi. “Chiedo ai residenti di avere pazienza”, aveva detto Decaro durante un sopralluogo al fianco dei cittadini.

L’intervento, iniziato ad aprile 2019, rientra tra le opere finanziate con il “Programma straordinario per la riqualificazione urbana e sicurezza delle periferie delle città metropolitane e dei comuni capoluoghi di provincia” (Piano periferie 2016). Con l’obiettivo di creare, in un quartiere storicamente caratterizzato da un’alta densità abitativa e dalla carenza di aree a verde e luoghi pubblici per la socialità, nuovi spazi di aggregazione attraverso la ricucitura delle maglie urbane, l’ampliamento delle superfici di attraversamento e di sosta pedonale, il potenziamento delle aree a verde e dell’illuminazione.

“Dopo aver superato le problematiche relative ai sotto servizi – conferma l’assessore a Lavori pubblici, Giuseppe Galasso – il prossimo passo interesserà l’allestimento degli arredi urbani tra panchine e area giochi”.

Sono stati rimossi circa 2.500 metri quadri di asfalto a fronte di una pavimentazione in lastre di pietra locale per un totale di circa 4.000 metri quadri, con la messa a dimora di 19 nuovi alberi (16 di canfora e 3 di pruno) e la piantumazione di nuove piante di agapanthus nelle aiuole. Previsti un’area giochi per bambini (circa 500 mq), pavimentata in gomma antitrauma, il posizionamento di 30 panchine lineari monolitiche in conglomerato bianco, 8 cestini portarifiuti per la raccolta differenziata, 3 portabici ad arco in acciaio inox, mappe tattili per non vedenti e dissuasori per delimitare la corsia di traffic calming, che sarà istituita sul tratto finale di via Crisanzio. Saranno installati 37 nuovi corpi illuminanti a led ad alto risparmio energetico e 11 postazioni della rete di videosorveglianza pubblica.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui