Cabtutela.it

Per il secondo anno consecutivo, la Puglia è la regione più frequentata in occasione delle vacanze lunghe, specialmente durante il trimestre estivo (12,7%) e quello primaverile (11,9%), quando è seconda solo alla Toscana (12,2%). Lo rivelano i dati diffusi durante la Bit.

In estate, oltre alla Puglia, le mete preferite per le vacanze lunghe sono l’Emilia-Romagna (12,4%), la Liguria (8,8%), il Trentino Alto-Adige (8,2%) e la Toscana (6,6%). Quest’ultima è la meta più scelta per le vacanze brevi nel trimestre primaverile (18,8%) e autunnale (15,4%); negli altri periodi rimane comunque tra le prime tre regioni preferite per trascorrere soggiorni brevi, collocandosi al secondo posto in estate (12,9%), subito dopo il Veneto (15,7%) e al terzo posto in inverno (11,6%), preceduta da Lombardia (12,4%) e Lazio (14,3%). Il Trentino Alto-Adige è sempre la destinazione preferita per le vacanze lunghe in inverno (29,5%) e distacca notevolmente la seconda e la terza classificate, Lazio (15,6%) e Lombardia (10,7%) che ritroviamo al secondo posto in autunno, subito dopo il Veneto (rispettivamente 13,4% e 14,9%).

In primavera, in cima alla graduatoria si posiziona la Toscana anche per i soggiorni lunghi (12,2%). L’83,2% dei viaggi all’estero ha come destinazione una meta europea, preferita in quasi tutte le vacanze brevi trascorse fuori dai confini nazionali. Anche nel 2019, Spagna e Francia sono i Paesi più visitati (rispettivamente 11,6% e 9,5% dei viaggi all’estero) seguiti da Romania, Germania, Regno Unito e Grecia. In tutti i periodi dell’anno la Spagna è la meta più scelta dai residenti con cittadinanza italiana per le vacanze all’estero (in inverno raggiunge il 32,0%) ad eccezione del periodo estivo, durante il quale è preceduta da Grecia (13,5%) e Francia (14,6%). I residenti stranieri, invece, trascorrono le vacanze all’estero per lo più in Romania, soprattutto in estate (43,2%) e in inverno (40,8%), ma anche in autunno (22,0%), quando tale meta è seconda solo alla Svizzera (25,2%). In primavera, è l’Egitto (25,5%) a collocarsi al primo posto tra le destinazioni privilegiate dei residenti stranieri. Come già evidenziato, si tratta prevalentemente di vacanze effettuate verso i paesi di origine, la cui motivazione principale è far visita a parenti e amici.

La città di Bari. Entusiasta per i risultati della città di Bari, il sindaco Antonio Decaro.
“La nostra città – ha detto – continua a crescere, a incuriosire, ad attirare sempre più gente che vuole conoscerla e attraversarla. Lo dimostra la classifica delle città pugliesi con più turisti nel 2019, in cui Bari fa un risultato straordinario. Siamo primi in assoluto per arrivi e al secondo posto per presenze. Rispetto al 2018, siamo cresciuti dell’11,5% che significa migliaia di persone in più che sono venute a visitare la nostra città. Questo traguardo è di tutta la città, di tutti quelli che ci credono e ogni giorno contribuiscono a rendere Bari un luogo più bello, più attrattivo e più accogliente. Il turismo è lavoro, economia, sacrifici e bellezza, è un impegno collettivo che dobbiamo portare avanti perché io dico che prima o poi conquisteremo una bella posizione nella classifica nazionale”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui