Cabtutela.it

Lo scatto inviato da un passeggero a Borderline24 mostra le carenze del sistema di prevenzione sanitaria sui mezzi pubblici nel giorno in cui è stato attivato idecreto “Io resto a casa”. Come accade in altre città coinvolte dai contagi da coronavirus, a Bari questa mattina, 10 marzo, alcuni degli autobus Amtab erano affollati con i passeggeri a stretto contatto. Senza alcuna possibilità di rispettare la distanza di sicurezza indicata dal ministero della Salute.

La prima risposta, a livello nazionale, è il divieto di salire e scendere dalla porta anteriore dei bus, quella più vicina alla postazione del conducente. Lo conferma la nota del direttore generale Francesco Lucibello: “L’Amtab informa che con riferimento all’emergenza coronavirus è stata disposta, con effetto immediato, la variazione nell’utilizzo delle porte di entrata/uscita dai bus. Salvo casi di emergenza e in deroga al regolamento aziendale, la porta anteriore resterà chiusa mentre la porta posteriore e quella centrale saranno utilizzate per l’accesso e il deflusso dal mezzo”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui