Cabtutela.it

Barattoli di vernice, un bustone di plastica e persino un mattone forato. Il tutto abbandonato all’interno di un cassonetto riservato allo smaltimento della carta in via Resta, a Torre a Mare.

La denuncia arriva tramite la pagina ufficiale Facebook di Amiu Puglia, in cui è stata pubblicata l’immagine scattata negli scorsi giorni e un lungo post che chiarisce quanto sia dannoso un gesto di tale superficialità: “Il contenitore della carta non è la destinazione per nessuno di questi oggetti, con l’aggravante che quel carico è stato inquinato, dunque la carta che era contenuta comunque al suo interno non può essere più riciclata” – si legge nel post, che prosegue – A tutti noi cittadini viene chiesto di differenziare i rifiuti con attenzione. Buttare materiale edile in un cassonetto per la raccolta della carta non aiuta questo processo, anzi lo rallenta se non proprio lo vanifica e non vanifica solo il processo di recupero e riciclo ma vanifica, prima di tutto, l’impegno di tanti cittadini virtuosi, attenti, collaborativi”.

Nel lungo messaggio condiviso sul social network, Amiu Puglia ricorda, inoltre, che fare correttamente la raccolta differenziata è un obbligo di legge che “allinea il nostro paese alle altre nazioni europee” e che è la prima fase di un processo importante, lungo e complesso che offre possibilità e prospettive in materia di gestione dei rifiuti.

(Foto: pagina Facebook Amiu Puglia)


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui