Cabtutela.it
acipocket.it

Partirà dal prossimo lunedì, 15 febbraio, la fase2 della vaccinazione anti-Covid in Puglia. Dopo la somministrazione al personale sanitario e agli ospiti delle Rsa e delle Rssa, dalla prossima settimana si procederà con gli ultra ottantenni, fascia più anziana e vulnerabile della regione. 

Protagonisti di questa ondata saranno, dunque, circa 260mila pugliesi, per i quali gli uffici dell’assessorato regionale alla Sanità stanno predisponendo una piattaforma di prenotazione online: sarà lì che, dopo una registrazione, sarà possibile fissare la somministrazione della propria dose vaccinale. Agli over80 della regione saranno somministrati solo vaccini Pfizer e Moderna, evitando dunque l’utilizzo di dosi di AstraZeneca, raccomandata anche dal ministero nella fascia di popolazione dai 18 ai 55 anni. 

La Regione, attraverso la task force sulla vaccinazione guidata da Michele Conversano e in collaborazione con le Asl del territorio, sta provando ad istituire, nei tempi, un centro vaccinale per ogni Comune. Intanto, secondo i dati aggiornati che provengono proprio dall’assessorato regionale alla Salute, attualmente in Puglia è stato somministrato il 91,7% delle dosi vaccinali ricevute, 150mila in totale. Circa 79mila delle 137mila dosi inoculate sono state assegnate a donne, mentre 58mila vaccini sono stati somministrati a uomini. In totale, sono 114,8mila le dosi somministrate a operatori sanitari e sociosanitari, 11,4mila a personale non sanitario e 11,2mila a ospiti delle Rsa.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui