Cabtutela.it
acipocket.it
agricoladiniso.it

La notte di capodanno un uomo, dopo aver danneggiato l’inferriata e la porta d’ingresso di un bar di Casamassima, si è introdotto nel locale, impossessandosi della somma di euro 200 che si trovava nel registratore di cassa. Nella circostanza, la pattuglia dei carabinieri, prontamente sul posto è riuscita a raccogliere una dettagliata descrizione del ladro da un testimone.

Nella stessa nottata un individuo, accompagnato dal complice che era alla guida di una utilitaria, utilizzando una spranga, dapprima prendeva di mira la gettoniera di un distributore automatico per la fornitura di acqua della rivendita di prodotti per lavanderia e successivamente, entrato nel locale previa forzatura della porta d’ingresso, si impossessava di un cartone contenente essenze per il bucato, del valore di euro 500. L’azione criminale è stata ripresa da un impianto di video-sorveglianza che ha immortalato il ladro. I militari della Stazione Carabinieri di Casamassima, con perizia e scrupolo, sono riusciti a identificare l’autore, in L.S., 42enne, del posto, noto per i trascorsi specifici.

Le successive tempestive indagini hanno permesso di chiarire che l’autore del furto presso il bar era lo stesso soggetto responsabile del furto alla lavanderia. Il GIP presso il Tribunale di Bari, accogliendo la richiesta avanzata dalla Procura della Repubblica, che ha condiviso l’esito delle certosine indagini esperite dai Carabinieri di Casamassima, sussistendo l’aggravante della violenza sulle cose, a fronte del concreto e attuale pericolo che il soggetto potesse commettere fatti della stessa specie, ovvero ulteriori gravi delitti contro il patrimonio, ha emesso un provvedimento restrittivo della libertà nei confronti di L.S., che è stato sottoposto agli arresti domiciliari. Il predetto dovrà rispondere di furto aggravato e danneggiamento.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui