LUNEDì, 17 GIUGNO 2024
73,937 ARTICOLI
Dir. resp.:Samantha Dell'Edera
redazione@borderline24.com

Per segnalazioni: +39 375 5535222
73,937 ARTICOLI

Direttore Responsabile: Samantha Dell'Edera
Per segnalazioni:
Cell. +39 375 5535222
Email: redazione@borderline24.com

Bari, passeggini, materassi e rifiuti: discarica a cielo aperto in via Vassallo

Pubblicato da: redazione | Sab, 17 Aprile 2021 - 08:30

Una vera e propria discarica abusiva a cielo aperto: è quella fotografata dai referenti dell’associazione Sos Città a Bari, in via Vassallo. Si tratta di una zona di campagna a due passi da una scuola statale e nel mezzo di un’area residenziale di villini e case private. Qui, all’interno del piccolo slargo di terra, si è formata, con il tempo e l’incuria dei cittadini, l’ennesimo accumulo di rifiuti, anche ingombranti. Un atto di inciviltà che è stato denunciato anche tramite un video postato sulla pagina Facebook della stessa associazione, da anni impegnata nella tutela dell’ambiente e nella lotta contro il fenomeno dell’abbandono abusivo di rifiuti ingombranti.

“La situazione è seria e pericolosa, una situazione che necessita di essere resa nota affinché si possa intervenire in modo immediato e tempestivo, onde evitare che possa trasformarsi in una discarica a cielo aperto ancora più grande – denunciano Danilo Cancellaro e Dino Tartarino, presidente e vicepresidente di “Sos Città”. È inconcepibile che ci siano persone che ancora oggi continuano a devastare e a deturpare il nostro territorio e la nostra meravigliosa città!”

E, in effetti, dalle immagini scattate e dal video è facile vedere come, nell’area, sia stato abbandonato di tutto: dal materiale di risulta ai passeggini, dai rifiuti di vario genere ai materassi. “È evidente che qualcuno ne approfitta, considerando via Vassallo una strada secondaria, per abbandonare abusivamente rifiuti di qualsiasi genere – spiegano ancora i referenti dell’associazione – Per questo chiediamo al sindaco Antonio Decaro e all’assessore Petruzzelli, di intervenire quanto prima per rimuovere i rifiuti, indipendentemente dalla competenza dell’area, dal momento in cui una città come Bari non può permettersi di tollerare situazioni di questo genere. Non sarebbe malvagia altresì l’idea di installare una foto-trappola proprio in quel punto così da individuare e sanzionare gli incivili”, concludono.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24.com
Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

Migranti, barca si capovolge al largo...

Sarebbero circa cinquanta i migranti dispersi in seguito al ribaltamento della...
- 17 Giugno 2024

Lutto nell’editoria pugliese, addio a Matteo...

Lutto nell'editoria pugliese che piange la scomparsa di Matteo Tatarella, giornalista...
- 17 Giugno 2024

Malore mentre fa il bagno, turista...

Non c'è stato nulla da fare per una 75enne originaria di...
- 17 Giugno 2024

Bari, musica oltre mezzanotte: proteste a...

"Ci risiamo, la solita musica ( chiamiamola così ) del sabato...
- 17 Giugno 2024