Cabtutela.it
acipocket.it

“È come se stessero cercando di uscire da un edificio in fiamme”. Brett VandenHeuvel, ricercatore per un’associazione che monitora il fiume interessato, ha cercato di descrivere come vivono i pesci in questione. Questi, che si trovano nel fiume Columbia, sono vittime dell’elevata temperatura dell’acqua, causata dall’ondata di caldo che attualmente infuria nel nord-ovest degli Stati Uniti.

La temperatura dell’acqua era di circa 21°C, una temperatura micidiale per questi pesci se esposti per lunghi periodi di tempo. Uno di loro è anche coperto di ferite. Secondo il team di ricerca, il pesce non è sopravvissuto. E non sarebbe l’unico a morire in queste condizioni. “Nuotare in un’acqua così calda è come un essere umano che corre una maratona a temperature superiori a 40 ° C. La differenza è che un umano ha una scelta, ma questi salmoni devono. O ci riescono o muoiono”, riassume Brett VandenHeuvel.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui