Cabtutela.it
acipocket.it
Puzza di bruciato continuo ormai da ieri. Ad Altamura l’aria è diventata irrespirabile dopo l’ennesimo incendio stavolta alla discarica di Matera, in località la Martella. L’incendio è scoppiato intorno alle 13 di ieri, sviluppando una densa nube di fumo nero dovuta alla probabile combustione di materiale plastico.
La nube a causa del vento è arrivata ad Altamura. Per questo motivo il sindaco, Rosa Melodia, tramite i suoi social ha invitato i cittadini a chiudere nuovamente le finestre ed evitare di uscire di casa. “L ‘odore di bruciato – scrive – credo lo sentiate come lo sento io. L’aria che stiamo respirando è terribile, lo affermo anche se nn abbiamo i risultati dell’ Arpa. Tenete chiuse le finestre e se potete restate a casa. Mi assumo – conclude – la responsabilità di quello che sto scrivendo”.

Lo scorso 1° agosto aveva destato non poche preoccupazioni un incendio divampato nella zona industriale di Altamura, località Graviscella, dove ha preso fuoco uno dei locali di un’azienda che produce materiali plastici. E proprio la tipologia di prodotti presenti nella sede aveva scatenato una densa colonna di fumo nero. Anche quell’occasione il sindaco di Altamura, aveva invitato i cittadini a restare a casa e tenere chiuse le finestre.

Foto repertorio


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui