Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

Riqualificazione, incremento e tutela del verde: approvato in giunta il nuovo accordo quadro biennale per i Municipi I e II. E’ quanto dichiarato da Giuseppe Galasso, assessore ai Lavori Pubblici che ha sottoposto all’attenzione della giunta comunale. Il progetto riguarda in particolare interventi volti alla rigenerazione, alla tutela e alla crescita del patrimonio vegetale comunale, assieme al miglioramento del livello di qualità ambientale della città di Bari.

La scelta della formula di accordo quadro della durata di circa due anni non è casuale. Quest’ultima permette infatti, rispetto ad altri sistemi di affidamento dei lavori, di realizzare un sistema rispondente alle necessità di riqualificazione e manutenzione, consentendo una maggiore tempestività degli interventi. “Continuano gli sforzi dell’amministrazione nell’incrementare la dotazione di alberature e verde pubblico in città – ha dichiarato Giuseppe Galasso – che si sostanziano sia nei numerosi interventi di riqualificazione degli spazi pubblici, caratterizzati da un impianto green, come nel caso del Park & ride di parco 2 Giugno, via Buozzi e via De Ribera per citarne alcuni, o da una massiccia piantumazione di alberi e arbusti, sia in azioni puntuali di semplice sostituzione di alberature mancanti nelle strade e nelle aiuole esistenti. Siamo ben consapevoli che la qualità della vita nelle città è strettamente correlata alla qualità dello spazio pubblico che, completato ed arricchito da una forte presenza di verde curato correttamente, diventa più vivibile e accogliente” – ha sottolineato specificando che tra gli obiettivi dell’appalto, assieme agli altri, ci sono quelli di rendere Bari una città sempre pi verde e a misura d’uomo.

“Il progetto – ha proseguito Galasso – punta al miglioramento della fruibilità dei luoghi con soluzioni diffuse finalizzate a valorizzare sia nuove aree sia spazi attrezzati a verde già esistenti, mettendoli in sicurezza e riqualificando i percorsi, le aiuole e le strade”. Per l’eventuale sostituzione di alberi mancanti nei filari alberati, nello specifico, si procederà alla piantumazione di nuove alberature avendo cura di individuare preventivamente le specie arboree tenendo conto del futuro sviluppo e degli spazi necessari ad una crescita corretta. Per la messa a dimora di nuove piante, sottolinea ancora Galasso “la scelta delle specie botaniche avverrà in relazione alla dimensione degli spazi a disposizione, al microclima, ai problemi fitosanitari e all’esposizione, senza trascurare la scelta della specie in base a criteri botanici e di volume in relazione al sito, prediligendo le specie autoctone, quelle della zona mediterranea e quelle specie che, sebbene non autoctone, risultano ben acclimatate all’areale della città di Bari. Nel caso di marciapiedi con uno spazio limitato, la scelta verterà su alberature di piccolo e medio sviluppo, mentre nei parchi, giardini, piazze o altro, su alberature di grande sviluppo” – ha concluso.

L’importo complessivo dell’accordo quadro ammonta a circa 1 milione di euro derivante da fondi di avanzo di amministrazione e urbanizzazioni primarie.

Foto repertorio


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui