lapugliativaccina.regione.puglia.it
dona-il-sangue-regione-puglia-it
acquapertutti-aqp

Ospedali di comunità e case della salute per aumentare l’assistenza territoriale. Così la Regione Puglia sta ridisegnando la sanità con i fondi Pnrr. Il progetto prevede l’apertura di 121 case della salute, 36 ospedali di comunità, di cui 27 esistenti e 9 di nuova costituzione e l’acquisto di 273 macchinari tra cui tac, risonanze, acceleratori lineari, angiografi, mammografi.

L’elenco delle case della salute sarà reso noto nei prossimi giorni e vedrà la presenza di queste strutture anche nei comuni capoluoghi. Per quanto riguarda, invece, gli Ospedali di Comunità saranno istituiti quelli di Bari, Taranto, Foggia e Andria, che andranno ad aggiungersi a cinque nuovi non ancora resi noti e a quelli di Rutigliano, Bitonto, Ruvo di Puglia, Noci, Grumo Appula, Minervino Murge, Trani, Torremmaggiore, Sannicandro, Monte Sant’Angelo, Vieste, Accadia, Massafra, Grottaglie, San Pietro Vernotico, Ceglie Messapica, Cisternino, Fasano, Mesagne, Brindisi, San Pancrazio Salentino, Latiano, Campi Salentina, Nardò, Poggiardo, Maglie e Gagliano del Capo.

Per quanto riguarda, invece, le grandi macchine diagnostiche, saranno così suddivise:

ASL BARI: Tac 11, Risonanze 2, Sistemi radiologici 8, Angiografi 2, Gamma camera 1, Gamma camera Tac 1, Ecotomografi 10.
ASL BAT: Tac 4, Risonanze 1, Sistemi radiologici 5, Angiografi 1, Mammografi 1, Ecotomografi 8.
ASL BRINDISI: Tac 5, Risonanze 2, Acceleratori lineari 1, Sistemi radiologici 4, Angiografi 2, Gamma camera 1, Gamma camera Tac 1, Pet-tac 1, Ecotomografi 4.
ASL FOGGIA: Tac 3, Risonanze 3, Sistemi radiologici 4, Angiografi 1, Mammografi 2, Ecotomografi 20.
ASL LECCE: Tac 8, Risonanze 1, Sistemi radiologici 13, Angiografi 3, Pet-tac 1, Ecotomografi 8.
ASL TARANTO: Tac 8, Risonanze 3, Sistemi radiologici 4, Angiografi 4, Ecotomografi 40.
POLICLINICO DI BARI: Tac 2, Risonanze 2, Sistemi radiologici 4, Angiografi 4, Ecotomografi 10.
POLICLINICO DI FOGGIA : Tac 4, Risonanze 1, Sistemi radiologici 4, Angiografi 3, Gamma camera 1, Mammografi 1, Gamma camera-Tac 1, Pet-tac 1, Ecotomografi 15.
IRCCS DE BELLIS: Tac 1, Sistemi radiologici 2, Angiografi 1, Pet-tac 1, Ecotomografi 4.
IRCCS GIOVANNI PAOLO II: Tac 2, Risonanze 1, Acceleratori lineari 1, Sistemi radiologici 1, Mammografi 2, Ecotomografi 2”.

“Nel programma sanità del PNRR – commenta il consigliere regionale Fabiano Amati, presidente della commissione regionale Bilancio e programmazione – manca l’individuazione di centri di piccola chirurgia pubblica nei capoluoghi di provincia, tranne Brindisi. È questa una domanda di salute territoriale importantissima che non riesce nemmeno a essere appagata dalle strutture private e che in questo modo finisce per intasare i grandi ospedali o negare l’assistenza per i cittadini più poveri e disorientati. Qui c’è uno dei nodi più grossi del disagio, dell’attesa e delle disfunzioni, che spesso viene occultato con motivazioni burocratiche dalle attenzioni del decisore politico”.

“La domanda di salute territoriale rappresenta la stragrande maggioranza delle prestazioni assistenziali. La carenza di strutture a ciò dedicate è il motivo di profonda disorganizzazione e di notevoli problemi di affollamento degli ospedali. Per questo mi aspettavo l’individuazione nel programma PNRR di centri di assistenza territoriale di tipo chirurgico in tutti i capoluoghi di provincia – spiega ancora –  da aggiungere ai 27 presidi territoriali di assistenza già in funzione, e istituiti a seguito della riconversione dei vecchi ospedali di base. E invece su questo punto non ci sono previsioni innovative, tranne il caso del Di Summa di Brindisi peraltro destinato a quella vocazione prima della pandemia, caricando tutto il peso della piccola chirurgia sugli ospedali per acuti o sulle strutture private.  Sul versante, invece, dell’assistenza territoriale relativa agli ospedali di comunità per dimissioni protette e case della salute per domande di medicina generale specialistica, anche pediatrica, mi pare di poter esprimere soddisfazione, sia per l’introduzione di 9 nuovi ospedali di comunità, portando a 36 il numero complessivo, sia per la radicata presenza di 121 case della salute”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui