Da sinistra gli assessori Paola Romano e Giuseppe Galasso e il presidente municipio Massimiliano Spizzico
Da sinistra gli assessori Paola Romano e Giuseppe Galasso e il presidente municipio Massimiliano Spizzico
\r\n

BARI – Inaugurato  il cantiere del nuovo asilo nido in via Costa, nel quartiere San Girolamo, che sorgerà nell’immobile un tempo occupato da una scuola materna. All’avvio dei lavori hanno preso parte gli assessori ai Lavori pubblici e alle Politiche educative e giovanili, Giuseppe Galasso e Paola Romano, e il presidente del III Municipio Massimiliano Spizzico.

\r\n

“Oggi finalmente avviamo il cantiere per la realizzazione di un nuovo asilo nido – ha dichiarato Paola Romano -. Questo è un ulteriore passo per il potenziamento dei nidi pubblici della città, che dà seguito a uno degli impegni presi in campagna elettorale”. La struttura, nella quale lavoreranno 9 educatrici oltre al cuoco e agli ausiliari, potrà ospitare 57 bambini a partire dal prossimo mese di ottobre. “Fra qualche giorno – prosegue Romano –  daremo il via anche ai lavori per l’altro nido nel quartiere Carbonara che accoglierà altri 47 bambini. Con questi due interventi potremo esaurire le graduatorie di coloro che sono in attesa di un posto, ma soprattutto offrire un servizio ai residenti di due quartieri sprovvisti di servizi per la prima infanzia. Come gli altri nidi cittadini anche quelli di San Girolamo e Carbonara saranno aperti fino alle 18 e avranno una sezione con didattica montessoriana”.

\r\n

Il nuovo nido si svilupperà complessivamente su una superficie coperta di 435 metri quadrati e potrà contare anche su spazi all’aperto. I lavori prevedono la realizzazione di tre aule dedicate alle attività per lattanti, divezzi e semidivezzi, un’area mensa e un’altra riservata al riposo dei bambini, una lavanderia, una cucina, uno spazio comune per le attività ludiche, servizi igienici, uno spogliatoio e due uffici amministrativi.

\r\n

Gli interventi di ristrutturazione, per cui sono stati stanziati 350mila euro finanziati al 90 per cento dalla Regione Puglia e per il restante 10 per cento dal Comune di Bari, riguardano il rifacimento dei servizi igienici, la riqualificazione degli ambienti, la sostituzione della pavimentazione con utilizzo di superfici antisdrucciolo e anti trauma, la tinteggiatura delle pareti, la revisione e la sostituzione degli infissi, l’allestimento dell’area servizi per mensa, cucina e lavanderia, dell’area dedicata agli uffici, depositi e spogliatoi, la verifica e l’adeguamento dell’impianto elettrico e il rifacimento della copertura e della impermeabilizzazione.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
sfiziesapori.it

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here