Cabtutela.it
acipocket.it

BARI – A Villa Roth il clima è incandescente e si fa sempre più complicata la convivenza tra gli occupanti. La polizia ha avviato un’indagine dopo la denuncia presentata ieri, martedì 15 marzo, da un uomo di 48 anni che sostiene di essere stato aggredito da un gruppetto di tre persone. Il pestaggio, secondo quanto messo nero su bianco in una denuncia-querela fatta davanti agli agenti del commissariato Carrassi, sarebbe avvenuto lunedì 14 marzo intorno alle 13 e 30: la presunta vittima avrebbe prima ricevuto minacce e insulti, poi sarebbe stata circondata e colpita con calci e pugni. Il 48enne è stato trasportato al pronto soccorso del Policlinico per essere curato, i medici gli hanno diagnosticato contusioni multiple alla testa e alcune lesioni, la prognosi è di 10 giorni. L’aggressione sarebbe avvenuta nella stanza dove il 48enne, senza una fissa dimora, vive con sua moglie, ai poliziotti che gli hanno chiesto i motivi del pestaggio l’uomo ha risposto di non conoscerli ma è stato in grado di fornire i nomi di due delle tre persone che lo avrebbero colpito con calci e pugni. Nel 2014 Villa Roth, su ordine del gip Roberto Oliveiro del Castillo, venne sgomberata: la struttura di via Annibale Maria di Francia era stata occupata da un gruppo di studenti, migranti e senza fissa dimora dal 26 novembre 2011. In precedenza era stata la sede della segreteria del liceo scientifico Fermi, ma era da tempo abbandonata. L’edificio era di proprietà della ex Provincia, oggi fa capo alla Città metropolitana. Per provare a fronteggiare l’emergenza abitativa, l’amministrazione Decaro ha deciso di installare nella struttura dei moduli abitativi. In questo momento Villa Roth è abitata da circa una trentina di persone, tra italiani e migranti che non hanno un tetto sotto il quale ripararsi. Sembrava che dal punto di vista della convivenza tutto filasse liscio, invece nelle ultime settimane ci sono state delle frizioni tra gli occupanti. Tensioni che evidentemente sono esplose del tutto.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui