Cabtutela.it
acipocket.it

Ma avete notato chi fa nuovamente capolino tra gli scaffali dei negozi e negli store online? Proprio lui, il nostro povero body!\r\n\r\nDico “povero” perché è stato troppo spesso un capo sottovalutato e poco valorizzato negli anni passati, mi riferisco anche agli anni in cui era in auge, ovvero, gli ’80 e ’90. Se non fosse stato per Donna Karan che su di lui incentrò le sue collezioni, rubandolo alla lingerie e donandogli una nuova veste, sarebbe rimasto segregato nella sua funzione di capo intimo o non avrebbe avuto il giusto risalto.\r\n\r\nTessuti fascianti e stretch erano alla base delle proposte della Karan che prediligeva il jersey per la sua facilità nel creare drappeggi e riuscire con maestria a modellarsi, valorizzando così le forme del corpo e nascondendo i piccoli difetti. Le donne in carriera ottennero un capo basic, versatile e soprattutto femminile che rendeva un austero completo da ufficio meno mascolino e più sensuale.\r\n\r\nHo deciso di intitolare l’articolo “Body 2.0” proprio per sottolineare la sua rinascita. Oggi i modelli che ci vengono proposti dalle passerelle o negli store sono tantissimi e dai mille dettagli, da quelli fascianti a quelli in pizzo, dall’effetto vedo-non-vedo a quelli con scollature provocanti e sensuali sul décolleté o lungo la schiena.\r\n\r\nResiste il genere basic, passepartout da indossare come sottogiacca al posto della t-shirt oppure modelli che riprendono la lingerie con pizzi e merletti. Una dritta? Ci sono body intimi che possono essere indossati come dei veri top da abbinare a pantaloni palazzo, jeans o gonne, a ruota o a tubino, preferibilmente a vita alta.\r\n\r\nInsomma, un capo per troppo tempo bistrattato ma prezioso alleato anche per i fisici curvy, ne sono un esempio Jennifer Lopez che lo ha fatto suo per gran parte dei suoi outfit da palcoscenico e quella gran furbacchiona di Kim Kardashian. Sì perché c’è anche da aggiungere una delle sue più grandi qualità: quella di disegnare perfettamente la silhouette, di mettere in risalto i fianchi e di non “scomporsi” come farebbe di solito una t-shirt o una camicia. Una manna dal cielo anche per le perfettine come la sottoscritta che vogliono sentirsi sempre in ordine e impeccabili!\r\n\r\nMi raccomando, la prossima volta che lo “incontrerete” appeso su qualche stand in un qualsiasi negozio, non guardatelo con scetticismo o pensando che non sia per voi, ma piuttosto un vostro fedele alleato!\r\n\r\n


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui