Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Pensioni, lavoro e precariato sono i temi toccati da Susanna Camusso, segretario generale della Cgil, durante il primo confronto al ministero del Lavoro tra governo e Cgil, Cisl e Uil sulla modifica della legge Fornero sulla previdenza e sulle politiche del lavoro.\r\n\r\nIl segretario generale del sindacato dei lavoratori, che questa mattina era a Bari per partecipare all’assemblea per l’elezione di Pino Gesmundo a segretario della Cgil Puglia, ha confermato oggi di aver ampiamente discusso con il governo sul tema pensioni.\r\n\r\n”Noi abbiamo presentato una piattaforma – ha dichiarato la Camusso – in cui partiamo dalla critica e dalla ingiustizia di considerare che l’unico parametro dell’età pensionabile sia quello dell’aspettativa di vita ignorando il lavoro, la sua qualità, le tipologie, le differenze tra le persone. Ma anche dicendo che così si commette una grande ingiustizia sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo, rispetto ai giovani e al loro futuro”.\r\n\r\nL’incontro è stato quindi un momento di confronto per la Camusso per raccontare le problematiche della legge Fornero, colpevole a suo dire di non fare distinzioni tra le tipologie di lavoro e di essere attenta solo all’età in cui un lavoratore può andare in pensione. Il segretario ha anche discusso dell’aumento di 80 euro per le pensioni minime: “C’è un tavolo – ha dichiarato – e credo quello sia il luogo dove bisogna discutere delle proposte, anche perché da tempo diciamo che c’e’ una grande necessità di una riforma del sistema fiscale che è sempre meno progressivo. Il contributo che danno lavoratori e pensionati con le tasse e’ assolutamente sproporzionato rispetto all’evasione, alla bassa tassazione o alla non tassazione dei grandi patrimoni”.\r\n\r\nLa soluzione per superare “questa manovra poco equilibrata – conclude Camusso  – è una riforma totale della legge Fornero e non interventi tampone”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui