\r\n

Dopo l’Art bonus arriva lo “School bonus”: ora il Comune cerca mecenati anche per la riqualificazione delle scuole.

\r\n

Le donazioni, che possono essere detratte dalle tasse, potranno essere destinate alla realizzazione di nuove strutture scolastiche, alla manutenzione e al potenziamento di quelle esistenti e al sostegno ad interventi tesi a favorire o sviluppare progetti di alternanza scuola-lavoro che abbiano una ricaduta occupazionale per i giovani.

\r\n

“Noi stiamo facendo la nostra parte sul fronte della manutenzione scolastica – spiega l’assessore all’Istruzione, Paola Romano -. Nel piano triennale delle opere pubbliche, per l’annualità in corso, abbiamo previsto circa 18 milioni di lavori per ristrutturare o ampliare le nostre scuole. Dall’inizio dell’anno abbiamo avviato la riqualificazione di due plessi scolastici, a Carbonara e a San Girolamo, che diventeranno due asili nido, mentre a Palese stiamo costruendo un’intera scuola materna. Siamo però convinti che si possa fare ancora di più, soprattutto per migliorare la qualità della vita dei bambini e dei ragazzi”.

\r\n

Il Comune propone la realizzazione di giochi per bambini all’interno di tutte le scuole materne e di palestre attrezzate che permettano agli studenti di coltivare l’educazione allo sport. “Ci piacerebbe – prosegue Romano –  che le imprese del territorio investissero nella formazione dei nostri studenti finanziando l’allestimento di laboratori tecnici o scientifici per aiutare i progetti di alternanza scuola-lavoro. Avvieremo un percorso con le scuole e con gli operatori per stilare un elenco delle esigenze, dalle più grandi alle più piccole, per coinvolgere le imprese o i singoli cittadini nelle donazioni utili a realizzarle. Vogliamo proporre una sorta di adozione, in fondo ognuno di noi è legato alle scuole che ha frequentato o che magari oggi frequentano i suoi figli, stimolando un rapporto di condivisione della responsabilità del percorso educativo dei nostri ragazzi, grandi e piccoli”.

\r\n

L’Art Bonus che mira a raccogliere donazioni per monumenti o edifici storici non sta però riscuotendo grossi consensi, tanto che la giunta, per dare un segnale, ha deciso di donare 3300 euro da utilizzare per il restyling di Casa Piccinni.

\r\n\r\n

\r\n

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here