Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

BARI –  Un teatro al passo con i tempi, in costante aggiornamento, che cresce di in anno in anno per offrire al pubblico barese un cartellone sempre più ricco e stimolante. La stagione 2016-2017 del Tric (Teatro di rilevante interesse culturale) – consorzio formato dai teatri Kismet e Abeliano – porterà Bari verso “futuri possibili”, stando al nome scelto dalla direzione artistica di Vito Signorile e Teresa Ludovico.

\r\n

Futuri possibili

\r\n

Importante sottolineare il dato relativo all’anno scorso, con il 30% degli acquisti di biglietti effettuati online. Per incentivare questa tendenza – ormai una norma nei grandi teatri di tutto il mondo – il Tric da quest’anno permetterà di acquistare il biglietto online a partire da 12 euro, a fronte dei 25 del botteghino. “Un metodo più democratico – sottolinea l’attore e regista Augusto Masiello, presidente della Cooperativa Kismet – che permette a tutti di scegliere il proprio posto senza favoritismi, ma anche più economico e intelligente, per evitare le lunghe file al botteghino, spesso motivo di vanto ma in realtà segno di inefficienza”.

\r\n

Per la prossima stagione il Tirc lancia anche una Community Card che garantirà degli sconti su tutte le attività dei teatri di Bari, oltre che a convenzioni con i partner commerciali che in queste settimane stanno aderendo all’iniziativa. Oltre il tradizionale abbonamento, che continuerà a esistere, la card permetterà allo spettatore di costruirsi il proprio percorso teatrale scegliendo gli spettacoli che più lo interessano.

\r\n

Il cartellone 2016-2017

\r\n

Numerosissimi i nomi e gli spettacoli della prossima stagione che parte nel fine settimana del 29 e 30 ottobre con “PPP Ultimo inventario prima di liquidazione” di ricci/forte al Kismet e con l’omaggio a William Shakespeare – nel 400simo anniversario della sua morte – “Schèche Spirre Shake” con Tiziana Schiavarelli, Dante Marmone, Pinuccio Sinisi, Nico Salatino e Davide Ceddìa, da metà settembre al teatro Abeliano.

\r\n

Tra le nuove proposte e le nuove letture dei grandi classici – come Pirandello, Goldoni e Pasolini – spicca “Little Europa” di Michele Altamura e Gabriele Paolocà, coprodotto dal teatro della Spezia “Gli Scarti” e dai Teatri di Bari che presto debutterà anche al Piccolo di Milano. Per il pubblico barese la messa in scena è prevista il 17/18 febbraio al Kismet.

\r\n

Per consultare tutto il programma, invitiamo a seguire gli aggiornamenti sul sito dei Teatri di Bari.

\r\n

L’omaggio a Mario Mancini

\r\n

Impossibile parlare del futuro del teatro a Bari, senza citare uno dei suoi grandi protagonisti, scomparso da poche ore: Mario Mancini.

\r\n

“‘Iàrche vassce’, ‘Il piccolo teatro’, film come ‘Odore di pioggia’, ‘Separati in casa’: sono solo alcuni dei titoli che hanno visto come protagonista uno dei grandissimi del teatro di Bari e del teatro italiano, che è Mario Mancini. – ricorda l’assessore Silvio Maselli –  E’ volata in cielo una delle stelle più belle del nostro firmamento, lo abbiamo conosciuto e amato tutti, siamo cresciuti con lui, per cui è singolare festeggiare nella stessa giornata il secondo anno del Tric e perdere uno degli artisti del nostro teatro, ma la bellezza del teatro è anche questa, che ti emoziona nel suo farsi: agli artisti baresi tocca il compito di portare avanti un testimone che hanno già ampiamente raccolto negli ultimi anni”.

\r\n\r\n\r\n

Mancini St Rie E Pat Rie
Mancini St Rie E Pat Rie
\r\n


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui