Elvis e Nixon – Recensione

Dal 22 settembre in sala uno degli scontri più divertenti degli anni Settanta: Elvis e Nixon, tratto da una storia vera

1428

Cabtutela.it

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=7nMptbqKZ8M[/youtube]

\r\n

Nelle sale dal 22 settembre, Elvis & Nixon è un film costruito sul confronto tra “The King” Elvis Presley e “Mr President” Richard Nixon – interpretati rispettivamente da Michael Shannon e Kevin Spacey – e sul desiderio del cantante di collaborare attivamente alla sicurezza degli Stati Uniti d’America. La trama si divide tra l’attesa dell’incontro tra i due personaggi e l’incontro stesso, realmente avvenuto il 21 dicembre 1970 nello studio ovale della Casa Bianca e ricostruito in ogni dettaglio dall’inventiva degli sceneggiatori e della regista Liza Johnson.

\r\n

Presentato come Il film più rock dell’anno, Elvis & Nixon suona più come un malinconico blues, ritratto di due icone tristi della storia americana. A più riprese durante il film, le maschere dei due personaggi sono state incrinate per lasciar intravedere la persona dietro il personaggio, usando un topos immancabile dei biopic. Al Re del Rock gli autori dedicano più attenzione e più minutaggio, oltre che a una scrittura più meditata e approfondita: schiacciato dal successo, Elvis si muove in stato confusionale in un sentiero tangente la realtà, in cui il suo fondamentale contributo alla lotta al comunismo giace in un distintivo nella sua cintura nera di karate. Shannon ha scelto di interpretare Elvis con una convinta rigidità dell’espressione e del tono che si apprezza particolarmente in lingua originale e che dà vita a un personaggio estraniato e estraniante,in grado di suscitare allo stesso tempo ilarità e compassione. In un monologo che Elvis rivolge all’amico Jerry (Alex Pettyfer), ad esempio, il personaggio sembra recuperare una certa lucidità e uno sguardo oggettivo sulla sua vita e sul suo ruolo, ma è un attimo prima di ripiombare nel suo delirio di onnipotenza. Indecifrabile, l’Elvis di Shannon non si capisce se ci è o ci fa, ma se ci fa, riesce a farcela molto bene. Al contrario, il Nixon di Spacey è schiacciato dalla sua immagine austera e dall’ansia del confronto col pubblico, che sembra odiarlo qualsiasi cosa faccia.

\r\n

Uniti contro la corruzione dei costumi, Nixon e Presley incarnano la quintessenza dell’America degli anni Settanta – che torna di gran lena nei deliri preelettorali del candidato repubblicano delle prossime politiche statunitensi – basata armi, complotti e una giustizia dispensata a suon di cazzotti. Spacey riesce faticosamente a costruire l’interpretazione di un presidente alternativo al celeberrimo Frank Underwood: senza il supporto di protesi o di trucchi pesanti, l’attore – il cui talento è uno degli assiomi della cinematografia contemporanea – gioca con il tono di voce e con la postura. Shannon lavora, invece, in modo più rilassato e ci consegna un Elvis affascinante, una versione credibile di un mito al tramonto, appena prima di diventare l’ombra obesa e drogata di sé stesso. Interessanti i comprimari che fanno da spalla ai due protagonisti, anche se più convincenti quelli nella camera ovale che al fianco di Presley. Pettyfer, che dovrebbe avere un ruolo superiore agli altri, quasi una voce narrante della storia, non riesce a gestire l’interpretazione del suo personaggio, che rimane schiacciato dal carisma di Shannon/Presley. Al contrario, Colin Hanks e Evan Peters riescono a lasciare un buon ricordo di Krogh e Chapin, vivaci funzionari della casa bianca con un debole per il rock&roll e per tutto ciò che può risollevare la compromessa immagine pubblica del presidente.

\r\n\r\n\r\n

Elvis And Nixon
Elvis And Nixon
\r\n

Nel complesso, un film ben interpretato e con alle spalle una storia accattivante che lascia, però, allo spettatore la sensazione di un compito a casa eseguito correttamente, ma senza entusiasmo, privo del tutto di una vera anima rock. Ancora una volta un prodotto pensato per un certo tipo di pubblico (e la distribuzione lo conferma) e che cammina a piccoli passi, cauti e studiati per tenersi lontano dal flop ma anche dal vero successo.  

\r\n

Elvis And Nixon Poster
[table sort=”desc”]\r\nTitolo,Elvis & Nixon\r\nRegia,Liza Johnson\r\nSceneggiatura,Joey Sagal,Hanala Sagal\r\nCast,Michael Shannon, Kevin Spacey, Evan Peters\r\nDurata,86 minuti\r\nData di Uscita,22 settembre 2016\r\n[/table]

ULTIME RECENSIONI

“Si vive una volta sola”: Carlo Verdone presenta il suo ultimo film, girato interamente...

Nove settimane di lavorazione nella calda estate 2019, in cui sono state coinvolte diverse località del Salento (Otranto, Castro, Diso, Santa Cesarea Terme, Melendugno,...

Bari su Netflix con Sophia Loren: arriva “La vita davanti a sé”

L'annuncio è stato dato da Netflix. L'ultimo film di Sophia Loren, girato a  Bari la scorsa estate,  “La vita davanti a sé” diretto dal...

“Tolo tolo” perde la prima posizione: boom di incassi per “Me contro te”

"Me contro Te" il film degli youtuber Sofì e Luì, amatissimi tra i bambini, ha superato domenica 19 gennaio "Tolo Tolo" di Checco Zalone....

Incasso record per il nuovo film di Zalone: 8,6 milioni di euro in un...

Nuovo record nel cinema italiano per l'ultimo film di Checco Zalone alias  Luca Medici: secondo i dati diffusi nella notte da Cinetel, Tolo Tolo ha superato di...

Il primo gennaio esce “Tolo Tolo”: Checco Zalone presenta il suo nuovo singolo “Immigrato”...

Uscirà il primo gennaio Tolo Tolo, il nuovo film di Checco Zalone. Oggi il cantante e attore pugliese ha pubblicato il suo nuovo singolo...

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui