Cabtutela.it
acipocket.it

Potrebbe aver aperto la porta a una persona che conosceva e che cercava qualcosa nell’abitazione, tanto da rovistare in alcuni cassetti, poi ci sarebbe stata una lite e, infine, il delitto: è una delle ipotesi investigative – che vanno dal suicidio all’omicidio volontario – seguite dalla squadra mobile della questura di Bari nelle indagini sulla morte di Rosa Maria Radicci, la 71enne uccisa a Palese.  L’anziana, vedova e madre di due figli, è stata trovata con una busta di plastica in testa, stretta intorno al collo con del nastro adesivo. Le indagini della polizia, pure essendo a tutto campo, hanno finora accertato che i cassetti di alcuni mobili dell’abitazione sono stati aperti ed esaminati da qualcuno che ha poi rimesso tutto in ordine. Quindi, viene esclusa per il momento l’azione di un rapinatore, anche perché nella villetta secondo i rilievi e le testimonianze non c’era nulla di prezioso da rubare.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui