Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

“Il prezzo di recesso è in corso di valutazione, non dico né se si apprezza né se si deprezza”. Il condirettore generale della Banca popolare di Bari, Gianluca Jacobini, prova a tranquillizzare i 70mila azionisti a margine di un convegno sugli Npl in vista della trasformazione dell’istituto di credito in Spa. Il timore degli azionisti è che, dopo la svalutazione del 20%, i loro titoli possano perdere ancora. Jacobini ha dichiarato che il valore delle azioni è “legato molto all’andamento industriale e noi siamo convinti di fare bene”. Il clima con i soci si è fatto più disteso dopo l’incontro con il Comitato per la tutela degli azionisti. La banca ha dato la disponibilità ad aiutare i soci in situazioni di difficoltà e a individuare soluzioni per favorire una maggiore liquidità del titolo. “Questa settimana – ha spiegato Jacobini – verrà fissata formalmente l’assemblea per la trasformazione in Spa, presumibilmente l’11 dicembre. Domani si terrà un cda”. Il condirettore non accetta paragoni con altri due istituti di credito, la Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca. “Sinceramente in questo momento la comunanza con quelle due banche non ci fa piacere, abbiamo appena chiuso una ispezione dove in maniera routinaria la vigilanza è venuta a verificare determinate situazioni e siamo molto sereni sull’esito. Le situazioni sono completamente diverse anche considerato che in quelle banche ci sono state delle vere e proprie malversazioni”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui