Cabtutela.it

Dopo mesi di commissioni e verifiche, è arrivata finalmente l’aggiudicazione per la progettazione definitiva ed esecutiva del restyling dell’ex istituto nautico di via Abate Gimma, una vera e propria bomba ecologica nel cuore del rione Libertà. La Regione ha concesso in comodato d’uso l’immobile all’Adisu che ha pubblicato la gara per l’individuazione dei professionisti che dovranno ridisegnare il futuro dell’edificio. L’obiettivo è di trasformarlo in un collegio universitario.\r\n\r\nLo stato dell’arte\r\n\r\nIl fabbricato d’epoca si sviluppa su quattro piani (compreso il seminterrato) per circa 1530 metri quadri. Al piano terra ci sono due piccoli cortili che si affacciano su via Trevisani. Al piano rialzato c’è l’abitazione del custode di due vani, aule e servizi. Al primo e al secondo piano ci sono aule, ancora servizi. Alcuni spazi sono stati puntellati perché a rischio crollo. Tutto versa in stato di abbandono e degrado, senza rifiniture ed impianti tecnologici. A causa di infissi rotti gli spazi sono diventati anche rifugio di colombi.\r\n\r\nIl progetto\r\n\r\nGli interventi di restauro e di recupero conservativo prevedono la realizzazione di una residenza per studenti con 80 posti letto, sale studio, biblioteca, palestra, lavanderia, aule multimediali. L’Adisu ha ottenuto in comodato d’uso l’immobile ed è pronta a cofinanziare la ristrutturazione per 4 milioni e mezzo di euro. I fondi restanti saranno chiesti direttamente al Ministero che ogni tre anni mette a disposizione finanziamenti per nuove residenze universitarie.\r\n\r\nNel frattempo si sono concluse, dopo settimane di verifiche e commissioni, le procedure di aggiudicazione della progettazione: ad occuparsene sarà un raggruppamento temporaneo di professionisti guidato dallo studio Speri di Roma.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui