Cabtutela.it
acipocket.it

Solo uno studente su sette a Bari e in tutta la Puglia ha un posto letto nei collegi universitari. Lo rivela l’ultima indagine presentata dalla Regione Puglia e approvata oggi in giunta. I dati evidenziano una carenza quindi strutturale sulla quale la Regione vuole porre rimedio chiedendo ai Comuni e agli Atenei di presentare progetti per ampliare l’offerta di alloggi.

La situazione attuale

La Puglia vanta sul suo territorio cinque università, quattro statali (Università degli Studi di Bari, Politecnico di Bari, Università degli Studi di Foggia, Università del Salento) ed una non statale legalmente riconosciuta (Libera Università Mediterranea “J. Monnet” di Casamassima).

I posti alloggio che l’Adisu-Puglia ha effettivamente messo a disposizione degli studenti capaci e meritevoli ma privi di mezzi, con il bando “Benefici e servizi” per l’anno accademico 2016/2017, sono 1.891, come di seguito collocati:

Regione/Ente per il DSU Posti alloggio
Totale di cui

assegnati a

studenti

idonei (borsisti e

non borsisti)

di cui

assegnati a

studenti non

idonei

di cui

riservati a

studenti in

mobilità (es.

Erasmus)

di cui

riservati ad

uso foresteria

PUGLIA 1.891 1.840 27 22 2
ADISU Puglia 1.891 1.840 27 22 2
       di cui sede territoriale “Bari” 1.334 1.327 7 0 0
      di cui sede territoriale “Foggia” 159 133 20 4 2
      di cui sede territoriale “Lecce” 368 350 0 18 0
     di cui sede territoriale “Taranto” 30 30 0 0 0

 


Le carenze

La richiesta però di studenti è ben superiore ai posti messi a disposizione. Come rileva la tabella:

 

Sede Studenti

fuori sede

Posti Alloggio Fabbisogno Rapporto

Studenti/PA

%

Fabbisogno sede/totale

Bari 8.723 1.334 7.389 6,5 72,35%
Foggia 1.170 159 1.011 7,3 9,90%
Lecce 2.131 368 1.763 5,8 17,26%
Taranto 80 30 50 2,7 0,49%
tot. 12.104 1.891 10.213 6,4 100,00%

 

Ciò significa che, nelle residenze universitarie gestite dall’Adisu-Puglia, a Bari vi è un posto letto ogni 7 studenti, a Foggia un posto letto ogni 8 studenti, a Lecce un posto letto ogni 6 studenti, a Taranto un posto letto ogni 3 studenti.

Il totale regionale è pari a 1 posto letto ogni 7 studenti e, quindi, molto distante dall’indice di soddisfacimento del fabbisogno teorico (un posto a studente). A soffrire sono soprattutto le città di Bari e Foggia.

Per questo la Regione Puiglia ha deciso di aprire un canale diretto con gli Atenei e di avviare una ricerca per poter incrementare l’offerta sul territorio. Le caratteristiche da preferire saranno per strutture con servizi  (portineria, pulizia, gestione spazi comuni), con sale studio polifunzionali ed informatizzate, magari con servizi di supporto alla didattica ed alla formazione, possibilità di ospitare differenti tipi di utenti (studenti, borsisti, studenti sposati, professori in visita, ecc.), salvaguardando comunque la funzione fondamentale di incentivare i processi di socializzazione e integrazione.

La realizzazione di spazi studio polifunzionali e informatici nelle residenze deve offrire la possibilità di studiare disponendo di supporti della Information Technology, punti di accesso a internet anche wireless.  Particolare attenzione andrà rivolta al soggiorno di studenti e professori stranieri per i quali la sistemazione residenziale rappresenta oggi un elemento di scarsa attrattiva da parte del sistema universitario pugliese.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui