Cabtutela.it
acipocket.it

Ultimo appuntamento con la rassegna de L’Edificio della memoria, il progetto di legalità rivolto alle scuole di tutta la Puglia anche quest’anno porta il cinema al tribunale di Bari e raddoppia con una tappa al Cineporto di Bari. “L’edificio della memoria – La rassegna”, diretto da Giancarlo Visitilli, è un’iniziativa finanziata dalla Fondazione Apulia Film Commission in collaborazione con la Cooperativa i Bambini di Truffaut (nell’ambito del progetto Cineporti di Puglia).

Domani, martedì 9 maggio, il regista Francesco Ghiaccio incontrerà gli studenti deL’Edificio della memoria per presentare il film “Un posto sicuro”. Alle 9 al Cineporto di Bari e alle 15 al Tribunale in via Crispi (VI piano, aula dell’Ordine degli avvocati).

Un posto sicuro è il film di esordio di Francesco Ghiaccio, che dirige e firma la sceneggiatura insieme a Marco D’Amore, anche interprete nel ruolo di Luca, un trentenne il cui padre si ammala di cancro causato da esposizione ad amianto. Ghiaccio cresciuto vicino a Casale Monferrato racconta una storia che lo tocca da vicino: il caso dell’azienda Eternit. Un posto sicuro è un film di nebbia, di polvere d’amianto, di freddo nordico, di strade ghiacciate. Accanto a D’Amore c’è Giorgio Colangeli nei panni del padre Eduardo, un meridionale semplice che si è comprato il sogno di un benessere al nord e lo sta pagando con la vita.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui