“Se vediamo un bambino gettare una carta a terra lo rimproveriamo”, dice un’anziana fuori dalla propria abitazione a Bari Vecchia. “Siamo noi a pulire per terra, facciamo il lavoro degli operatori Amiu ma gratis”, aggiunge un altro residente. Sono alcuni dei commenti che cittadini e commercianti del borgo antico hanno rivolto al sindaco Antonio Decaro nel corso del tour del pulito promosso da “I custodi della bellezza”.

Il gruppo di 15 volontari è tornato in azione ancora una volta nei dieci punti “sensibili” in cui regolarmente vengono abbandonati cartoni e bustoni contenenti indifferenziata, senza alcun rispetto degli orari di conferimento. Da largo San Sabino (con i soliti rifiuti ingombranti lasciati sotto la scuola Corridoni), per poi proseguire in via Carducci, palazzo del Tribunale ecclesiastico, strada Santa Teresa dei Maschi, strada degli Orefici, piazza Mercantile, scala di accesso a via Venezia, corte del Catapano, piazza Santa Maria del Buonconsiglio e strada del Carmine.

“Gran parte dei cittadini rispetta il decoro urbano – ha commentato Decaro – altri invece sporcano e sono indifferenti al bene comune. Vogliamo dare un segnale forte in modo da cambiare le abitudini in meglio”.

Casa dopo casa, decine di residenti di Bari Vecchia hanno fermato il sindaco Decaro per segnalare la presenza di blatte, topi, deiezioni di piccioni. E ancora: allagamenti e mancanza di un sistema fognario adeguato, zone utilizzate di notte come orinatoi, utenze abbandonate in attesa di ristrutturazione, cattivi odori e rifiuti smaltiti in modo errato.

Obiettivo dei Custodi della Bellezza, coordinati da Michele Cassano, è quello di promuovere concretamente una nuova attenzione per la cura e la custodia della città vecchia, mantenendone puliti i vicoli e le piazze e sorvegliandone gli spazi.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
sfiziesapori.it

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here