aqp.it
ferrovieappulolucane.it
amgasbarisrl.it

Sotto di un gol, poi vittorioso 2-1. Il Bari supera anche il terzo turno di Coppa Italia, battendo la Cremonese e si guadagna la sfida con il Sassuolo. Aria di serie A. Contento, ça va sans dire, il match-winner Nenè: “Abbiamo iniziato bene e siamo stati bravi a ribaltare il risultato. Una vittoria merito del gruppo. La mia rete? Ho sfruttato l’inserimento di Brienza che mi ha lasciato spazio per andare al tiro. Cresce l’intesa con i compagni e cresce anche la mia condizione fisica. Oggi sono riuscito a fare qualcosa in più della gara con il Parma. So che devo lavorare ancora molto ogni giorno. Abbiamo davanti ancora due settimane prima d’iniziare un campionato difficile; dobbiamo mantenere la concentrazione e l’intensità nel lavoro settimanale per farci trovare pronti”.

L’allenatore del Bari, Fabio Grosso, fa i complimenti alla Cremonese ma soprattutto alla sua squadra, autrice di un bel primo tempo e di una ripresa accorta nella quale, quando qualcosa è andato storto, ci ha pensato Micai a togliere le castagne dal fuoco. “Siamo contenti di essere andati avanti nel torneo. Vincere dà fiducia – le parole di Grosso – e ci permette di lavorare bene. E’ stata una partita giocata meglio nel primo tempo; nel secondo abbiamo lasciato l’iniziativa agli avversari. La Cremonese si è dimostrata un avversario non facile, fastidioso, forte nei duelli che ha tirato fuori tante risorse. Noi però siamo stati bravi a difenderci e ad attaccare gli spazi quando ne abbiamo avuto occasione. Ho ritardato i cambi perché qualcuno accusava stanchezza e non volevo rimanere con cambi forzati nel finale”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui